domenica 16 Maggio 2021

Acquista

Login

Registrati

Xylella: ulivo sequestrato a Monopoli

immagine di una pianta d'ulivo colpita dalla Xylella

Ultimo aggiornamento 14 gennaio ore 16:30

Sarà notificato anche al ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali oltre che all’Osservatorio fitosanitario della Regione Puglia il decreto di sequestro probatorio di un ulivo infetto da xylella, eseguito sabato scorso a Monopoli, presso la Masseria Caramanna. Il ministero, infatti, è ritenuto dalla magistratura barese la persona offesa dal reato. I carabinieri forestali, su disposizione del pm barese Domenico Minardi, hanno sequestrato sabato scorso l’ulivo e l’intera particella agraria, prescrivendo al conduttore dei terreni, nominato custode dei luoghi, che “ogni accesso al fondo per la materiale conduzione agricola e rispetto delle vigenti normative in materia di emergenza xylella, dovrà essere concordata con l’autorità giudiziaria per la relativa autorizzazione, durante il periodo di vigenza del sequestro”. Nell’indagine della Procura di Bari si ipotizzano, al momento a carico di ignoti, i reati di diffusione di malattia e diffusione di notizie e tendenziose tali da poter turbare l’ordine pubblico.

I fatti illeciti ipotizzati dal pm sarebbero stati commessi fino al maggio 2019, quindi prima che la pianta infetta fosse sottoposta ad analisi. Stando a quanto accertato dalle indagini, l’albero è risultato infetto dopo le analisi eseguite nel dicembre scorso dai tecnici dell’Osservatorio regionale fitosanitario, che ne hanno disposto l’eradicazione con provvedimento del 10 gennaio scorso. Il provvedimento di sequestro probatorio si è reso necessario “al fine di assicurare – si legge nel decreto della magistratura barese – una delle fonti di prova dei reati, in funzione di successivi accertamenti tecnici rappresentati da indagini di consulenza e studio delle modalità di gestione della emergenza della Xylella fastidiosa, salvaguardare l’integrità della res stessa e scongiurarne, così, il pericolo di dispersione, stante l’estirpazione disposta dall’amministrazione regionale, di modificazione, di manomissione o di alterazione”.

“Abbiamo piena fiducia nell’operato della magistratura, ma è evidente che l’ennesimo blocco degli espianti deve essere superato immediatamente”. Lo dichiara il presidente di Coldiretti Puglia, Savino Muraglia, commentando il sequestro probatorio di un ulivo infetto da Xylella in territorio di Monopoli disposto dalla Procura di Bari. “E’ indispensabile interrompere qualsiasi forma di contagio degli ulivi nell’area di Monopoli. Abbiamo già pagato noi agricoltori – dice Muraglia – e non i santoni difensori di un ambiente e di un paesaggio che rischiano di scomparire, lo scempio che si è già perpetrato per esempio ad Oria e Francavilla, dove per non abbattere 47 ulivi malati, con espianti bloccati dai ricorsi al Tar, abbiamo fatto morire 3100 alberi per colpa del batterio killer e consentito al vettore di continuare ad infettare migliaia di esemplari anche monumentali. La Xylella è certamente la peggior fitopatia che l’Italia potesse conoscere, che ‘cammina’ ad una velocità impressionante, considerato che in 5 anni gli ettari colpiti sono passati da 8mila a 770mila”. “Stamani il nostro agricoltore chiederà alla Procura di Bari, attraverso i Carabinieri Forestali di Monopoli, l’autorizzazione all’accesso nella particella sequestrata, – conclude il presidente di Coldiretti – per procedere ai normali lavori colturali, nonché, soprattutto, per adottare le pratiche fisiche ed agronomiche prescritte per fronteggiare l’emergenza del batterio Xylella fastidiosa”.

Pubblicato il 14 gennaio 2019 ore 16:26
Aggiornato il 14 gennaio 2019 ore 16:30

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

A Bologna, nel quartiere Pilastro, l’economia circolare è di casa

Il circolo di Legambiente L'Arboreto che è un rihub del progetto Ecco. Tante le iniziative: dalla stoviglioteca a noleggio al servizio di prestito librario a domicilio

Clima, Kerry a Draghi: la leadership dell’Italia è cruciale

Questa mattina a Palazzo Chigi l'inviato speciale del presidente Usa. Al via una stretta collaborazione tra Italia e Usa sulla sfida della decarbonizzazione e dell'emergenza climatica

Per quest’anno l’Italia ha esaurito le risorse

Il nostro overshoot day è stato il 13 maggio. Lo segnala il Global footprint network, che calcola l'impronta ecologica di ciascun Paese e quello globale. Dal 14 e fino alla fine dell'anno in corso il nostro Paese andrà in debito con la Terra  

Seguici sui nostri Social

16,978FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

A Bologna, nel quartiere Pilastro, l’economia circolare è di casa

Il circolo di Legambiente L'Arboreto che è un rihub del progetto Ecco. Tante le iniziative: dalla stoviglioteca a noleggio al servizio di prestito librario a domicilio

International Day of Light, 7 scienziati che hanno rivoluzionato il mondo dell’energia

Il 16 maggio si celebra la Giornata internazionale della luce. Da Benjamin Franklin a Nikola Tesla, le persone che hanno illuminato il mondo  

Una mascherina chirurgica può rilasciare fino a 173mila microfibre al giorno in mare

Lo rileva uno studio dell'Università di Milano-Bicocca. Per le specie marine possibili danni da ostruzione in seguito a ingestione ed effetti tossicologici dovuti a contaminanti chimici e biologici

Moda e sostenibilità: al via la partnership tra Apparel Impact Institute e Legambiente

L’obiettivo è sviluppare un piano di progetti e azioni per far sì che le attività della filiera di settore abbiano un impatto sempre più positivo sull’ambiente anche nel nostro Paese

I Fridays for future (e non solo) manifestano contro Eni

I presìdi sono organizzati lo stesso giorno dell'assemblea degli azionisti. Denunciano le responsabilità del cane a sei zampe nella crisi climatica e nella devastazione ambientale
Ridimensiona font
Contrasto