venerdì, Ottobre 23, 2020

Welcoming Europe, per la campagna raccolte in Italia oltre 65mila firme

L'immagine di un attivista di una ong che trae in salvo un bambino sbarcato

Ieri a Roma alla Camera dei deputati si è chiusa la campagna ‘Welcoming Europe’. Sono state oltre 65.000 le firme raccolte in Italia, ben diecimila in più di quelle previste come quota minima per il nostro Paese. La campagna, lanciata il 20 aprile del 2019, è un’Iniziativa dei Cittadini Europei (Ice) attraverso cui si chiede alla Commissione Ue di cambiare alcune norme in materia di tutela dei diritti e migrazioni. Sono tre gli obiettivi fissati come prioritari: rafforzare i corridoi umanitari per i rifugiati, decriminalizzare gli atti di solidarietà, tutelare le vittime di abusi alle frontiere.

Delle 65 mila firme raccolte, 37.700 sono confluite in una piattaforma on line e circa 27.500 su moduli cartacei nelle centinaia di banchetti organizzati in tutta Italia grazie ai tanti volontari che hanno deciso di dare un contributo all’iniziativa.

Oltre 140 le organizzazioni coinvolte nella campagna promossa da Radicali Italiani, Fcei, Legambiente, Cnca, Fondazione Casa della Carità, Oxfam, Comitato Verità e Giustizia per i Nuovi Desaparecidos, AOI, Agenzia Scalabriniana per la Cooperazione e lo sviluppo, ActionAid, A Buon Diritto, Acli, Arci, Baobab Experience, CILD, con l’adesione di importanti realtà come Centro Astalli, Caritas, Fondazione Migrantes, Sant’Egidio, Libera, Cgil, Fiom, Cisl, Diaconia Valdese, Altromercato, Banca Etica, Cir, Open Arms, Seawatch, Fondazione Alexander Langer, Amref, Rainbow for Africa, Amnesty International e decine di altre organizzazioni a livello nazionale e locale. Decine le iniziative organizzate in tutta Italia per confrontarsi sui temi della proposta e raccogliere le firme.

Da questo movimento che ha attraversato in questi mesi l’Italia in lungo e largo è nato l’evento di chiusura della campagna intitolato ‘Siamo noi l’Europa che accoglie!’, tenutosi ieri nell’Aula dei Gruppi della Camera dei deputati. Una rivendicazione forte da parte di tante realtà unite nel portare proposte nel dibattito pubblico, cercare soluzioni alle grandi questioni legate alle migrazioni e lavorare ogni giorno nella società per dare corpo alle idee di inclusione, dignità, tutela dei diritti. La stessa compagine che ha animato questa campagna aveva già promosso a livello nazionale un’altra campagna intitolata ‘Ero straniero. L’umanità che fa bene’, raccogliendo, da maggio a ottobre 2017, oltre 90.000 firme su una proposta di legge di iniziativa popolare per superare la legge Bossi-Fini. Depositata alla Camera dei deputati il 27 ottobre 2017, quella proposta giace però ancora in Commissione affari costituzionali in attesa di essere discussa.

All’evento di chiusura del 20 febbraio hanno partecipato Edoardo Zanchini, vice-presidente di Legambiente, Paolo Pezzati di Oxfam Italia-AOI, Luca Negro, presidente di FCEI, Roberto Zuccolini della Comunità di Sant’Egidio, Sara Prestianni dell’Arci, Marco Bertotto di Medici senza frontiere, Sean Binder di Emergency Response Centre International, Salvatore Fachile di Asgi, Piero Mangano del Cnca, Marco De Ponte, segretario generale di ActionAid Italia, Riccardo Magi, deputato dei Radicali Italiani, Emma Bonino, Luigi Manconi, presidente di A buon diritto, Alessandro Franceschini, vice-presidente di Altromercato, Guido Armellini della Chiesa metodista di Bologna, Enrico Calamai, portavoce di Verità e Giustizia per i Nuovi Desaparecidos, e altri ospiti.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Ciclo-Via Appenninica: 2 milioni di euro per la cartellonistica dell’itinerario

L'Appennino Bike Tour sarà inaugurato entro il 2021: un percorso in bici ben segnalato che unirà la Liguria alla Sicilia, valorizzando borghi, cultura e paesaggi italiani

Giappone, obiettivo emissioni zero entro il 2050

Lo annuncia il Primo Ministro Yoshihide Suga. Pressioni sulle aziende inquinanti, ora il futuro del Paese è in mano alle rinnovabili

Riforma Pac: un’ecotruffa scoraggiante firmata Ue

Il Parlamento Europeo e il Consiglio AgriFish con le loro posizioni sulla riforma della Politica Agricola Comune (PAC) hanno decretato una battuta di arresto del percorso di attuazione del Green Deal europeo.

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
20,879FollowersFollow

Gli ultimi articoli

Ciclo-Via Appenninica: 2 milioni di euro per la cartellonistica dell’itinerario

L'Appennino Bike Tour sarà inaugurato entro il 2021: un percorso in bici ben segnalato che unirà la Liguria alla Sicilia, valorizzando borghi, cultura e paesaggi italiani

Giappone, obiettivo emissioni zero entro il 2050

Lo annuncia il Primo Ministro Yoshihide Suga. Pressioni sulle aziende inquinanti, ora il futuro del Paese è in mano alle rinnovabili

Riforma Pac: un’ecotruffa scoraggiante firmata Ue

Il Parlamento Europeo e il Consiglio AgriFish con le loro posizioni sulla riforma della Politica Agricola Comune (PAC) hanno decretato una battuta di arresto del percorso di attuazione del Green Deal europeo.

In Italia 598 Comuni rifiuti free, in crescita quelli del Sud

Legambiente premia i Comuni Ricicloni 2020. Il Nord Est guida la graduatoria grazie a porta a porta e tariffazione puntuale, con Veneto e Trentino Alto Adige le regioni più virtuose. In risalita il Meridione, mentre resta stabile l'andamento del Centro. I risultati dell'indagine

Recovery plan, “Un investimento per il futuro dei nostri figli”

Il sottosegretario del ministero dell’Ambiente Roberto Morassut indica la direzione prevista per i fondi in arrivo dalla Commissione europea. Tra le priorità gli impianti per la rigenerazione dei rifiuti, una maggiore applicazione del Gpp e l’emanazione di nuovi decreti End of waste