Von der Leyen vuole per l’Europa la leadership climatica

“Il Green Deal europeo sarà strategia di crescita”. Nel suo intervento prima del voto alla nuova Commissione europea parla anche degli eventi estremi delle scorse settimane. “Venezia sott’acqua e le foreste in fiamme succedevano in passato? Sì, ma mai così frequentemente”

foto di Ursula von der Leyen

“Il Green Deal europeo è la nostra nuova strategia di crescita. Ci aiuterà a ridurre le emissioni e favorire la creazione di posti di lavoro”. Ha detto la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen al Parlamento europeo illustrando le strategie che lei e la sua squadra perseguiranno nei prossimi cinque anni.

“Se c’è un campo in cui il mondo ha bisogno della nostra leadership è proteggere il clima”, ha spiegato la presidente, che ha affidato al suo vice, l’olandese Frans Timmermans il coordinamento delle politiche della nuova Commissione nel settore. Il cambiamento climatico “è un problema esistenziale per l’Europa. E come potrebbe non esserlo, quando vediamo Venezia sott’acqua e le foreste del Portogallo andare a fuoco?”. Certo, “sono cose che succedevano anche prima, ma mai con questa frequenza e intensità”.

“Dobbiamo riscoprire la nostra competitività sostenibile – ha aggiunto von der Leyen – In questo spirito, ogni Stato membro si è impegnato a perseguire gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. In questo spirito Paolo Gentiloni sovrintenderà all’implementazione degli obiettivi. Lui ci crede. E io credo in lui”, ha sottolineato la presidente, che ha aggiunto questa mattina a Bruxelles: “servono finanze pubbliche solide per avere una crescita sostenibile. Non dobbiamo mai dimenticare che la competitività sostenibile è sempre stata al cuore della nostra economia sociale di mercato”.