Vittime di mafie, il 21 marzo la memoria e l’impegno non si fermano

L’annuale manifestazione organizzata da Libera non si terrà a causa dell’emergenza Coronavirus. Ma si potrà comunque partecipare postando sui social una propria foto con un fiore e un foglio con il nome di una delle vittime / Il tutorial di Legambiente

Libera 21 marzo giornata vittime delle mafie

A causa dell’emergenza Coronavirus tra i tanti appuntamenti pubblici annullati in tutta Italia c’è anche l’annuale manifestazione di Libera in memoria delle vittime innocenti delle mafie, quest’anno prevista a Palermo.

In attesa del posticipo della manifestazione, fissato per il prossimo autunno, saranno i mass media e i social network a fare da luoghi di incontro virtuali per le migliaia di cittadini che intendono commemorare il ricordo di chi è stato barbaramente ucciso dalla criminalità organizzata.

Anche Legambiente risponde presente all’appello di Libera e farà sentire, seppur da remoto, la propria presenza. Basta scattarsi una foto con un fiore e un foglio con il nome di una delle vittime, postandola sui social utilizzando gli hashtag #memoriaimpegno e #21marzo2020. In questo modo ogni profilo personale parteciperà a un racconto di memoria collettiva, creato dai volti e dai nomi delle vittime innocenti delle mafie che vengono ricordate ogni 21 marzo.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER