lunedì 25 Gennaio 2021

Violenze contro le persone Lgbt, nessuna giustizia per i crimini in Cecenia

Cecenia, un manifestante a difesa delle persone Lgbt

Nessuna giustizia per le vittime della “purga contro gli omosessuali” lanciata nel 2017 in Cecenia. La denuncia arriva da Amnesty International che torna a criticare le autorità russe per non aver portato a giudizio nessuna persona per il sequestro, le torture e le uccisioni di decine di persone a causa del loro reale o percepito orientamento sessuale. Nell’aprile del 2017 fu il quotidiano Novaya Gazeta rivelò l’orribile repressione in atto in Cecenia nei confronti delle persone Lgbt. Da allora la mancanza d’azione delle autorità russe ha dato luogo a un’ulteriore ondata di crimini omofobi alla fine del 2018. E nel gennaio 2019 è emerso che almeno due persone sarebbero morte sotto tortura.

“Le autorità russe si sono mostrate complici degli orrendi crimini commessi in Cecenia contro persone ritenute omosessuali o lesbiche”, ha dichiarato Marie Struthers, direttrice di Amnesty International per l’Europa orientale e l’Asia centrale. “Due anni dopo l’ondata mondiale d’indignazione provocata dalla ‘purga contro gli omosessuali’, è evidente che gli autori l’abbiano fatta franca grazie all’omofobia di stato e all’impunità di cui beneficiano coloro che commettono violazioni dei diritti umani in Cecenia”.

Amnesty International accusa inoltre le autorità russe di continuare a non proteggere Igor Kochetkov, difensore dei diritti delle persone Lgbti, tra i protagonisti con la sua rete russa della denuncia della violenta repressione del 2017, che ha recentemente ricevuto minacce di morte. Il 29 gennaio è infatti circolato sui social media un video contenente pesanti insulti nei suoi confronti. “Lo scioccante disprezzo per la vita e per la dignità umana ha raggiunto un nuovo picco con la decisione delle autorità di non svolgere indagini sulle minacce ricevute da Kochetkov”, ha commentato Struthers. “La settimana scorsa tuttavia c’è stato un raro sviluppo positivo: un tribunale di San Pietroburgo ha dichiarato illegale la mancanza d’azione della polizia. Chiediamo alle autorità russe di dare immediatamente seguito a questa sentenza e di condurre indagini esaurienti e approfondite sulle minacce contro Kochetkov e i crimini denunciati dalla Rete russa Lgbti”.

Su questi temi oggi una delegazione di Amnesty International Italia sarà ricevuta in audizione dalla Commissione straordinaria diritti umani del Senato.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Amburgo, nell’ex centrale a carbone verrà prodotto idrogeno verde

Il piano prevede la conversione del polo di Moorburg, nell'area portuale della città, in un mega elettrolizzatore con una capacità pari a 100 megawatt da avviare a partire dal 2025. Nei prossimi anni la Germania investirà solo in questo settore nove miliardi di euro

“Il primo follower” per una rivoluzione ambientale

Un libro-manuale per ecologisti, che verrà stampato grazie a crowdfunding. Quattro livelli di azione, di crescente difficoltà, che ciascuno di noi può applicare immediatamente

Rifiuti processo Resit: Cassazione conferma 18 anni a Cipriano Chianese, inventore ecomafie

Legambiente: “Soddisfazione per la conferma delle condanne. Continueremo nostro lavoro di denuncia e impegno per la rinascita della Terra dei fuochi”

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Amburgo, nell’ex centrale a carbone verrà prodotto idrogeno verde

Il piano prevede la conversione del polo di Moorburg, nell'area portuale della città, in un mega elettrolizzatore con una capacità pari a 100 megawatt da avviare a partire dal 2025. Nei prossimi anni la Germania investirà solo in questo settore nove miliardi di euro

“Il primo follower” per una rivoluzione ambientale

Un libro-manuale per ecologisti, che verrà stampato grazie a crowdfunding. Quattro livelli di azione, di crescente difficoltà, che ciascuno di noi può applicare immediatamente

Rifiuti processo Resit: Cassazione conferma 18 anni a Cipriano Chianese, inventore ecomafie

Legambiente: “Soddisfazione per la conferma delle condanne. Continueremo nostro lavoro di denuncia e impegno per la rinascita della Terra dei fuochi”

Antonio Gramsci: tra resistenza sociale e resilienza ambientale

Nel 130esimo anniversario della nascita dell'uomo politico, viaggio alla riscoperta del suo pensiero e delle sue "intuizioni" ecologiste. Per comprendere come affrontare le sfide del presente

Sardegna da tutelare: firmato l’accordo tra la famiglia Abbado e Legambiente

Presentato oggi il progetto il cui obiettivo è promuovere programmi di tutela dell’ambiente e di ricerca nel terreno ad Alghero di Claudio Abbado, famoso direttore d’orchestra scomparso nel 2014. Un'area protetta negli anni per i suoi valori naturalistici