lunedì 25 Gennaio 2021

Violenta esplosione in un’industria chimica a Porto Marghera

Questa mattina, verso le 10.15, si è verificata un’esplosione all’interno dell’industria chimica 3V Sigma, con sede in Porto Marghera (VE). L’incendio a un serbatoio ha provocato una violenta esplosione, che ha causato almeno due feriti gravi e una preoccupante colonna di fumo nero. I due lavoratori, ustionati, sono stati portati agli ospedali di Verona e Padova.

Sul posto sono arrivate le squadre del nucleo Nbcr dei Vigili del fuoco, addestrato per emergenze nucleari, biologiche chimiche e radiologiche. Al lavoro anche i tecnici dell’Arpav per controllare la qualità dell’aria e l’eventuale rischio di dispersione di sostanze chimiche pericolose, che sembra essere scongiurato. L’allarme inquinamento è rientrato verso le 14.00, mentre i residenti della zona erano stati invitati a rimanere in casa. L’assessore regionale alla protezione civile, Gianpaolo Bottacin, ha spiegato che “fuori all’ambito aziendale non c’è pericolo di incendio, ma non si possono escludere altre esplosioni come già avvenuto”.

L’incendio ha interessato un’area di 10mila metri quadrati. Il traffico attorno alla zona è stato interrotto, così come tutte le linee di trasporto pubblico, che sono state temporaneamente deviate o sospese. Sale l’allarme anche nelle province vicine. Il Comune di Venezia in un tweet ha avvisato che il vento spira “in direzione centro storico” spingendo quindi il fumo verso la laguna.

Intanto sulla vicenda si accendono diverse polemiche: alcuni abitanti della zona avevano denunciato già da ieri la presenza di odori insoliti nell’aria, simili a materiale bruciato. E alcuni sindacati avevano già sottolineato condizioni di sicurezza non ottimali nello stabilimento. Pochi mesi fa i lavoratori avevano scioperato per la sicurezza, denunciando tra l’altro l’insufficienza degli impianti anti incendio.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

SOSTIENI IL MENSILE 

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Amburgo, nell’ex centrale a carbone verrà prodotto idrogeno verde

Il piano prevede la conversione del polo di Moorburg, nell'area portuale della città, in un mega elettrolizzatore con una capacità pari a 100 megawatt da avviare a partire dal 2025. Nei prossimi anni la Germania investirà solo in questo settore nove miliardi di euro

“Il primo follower” per una rivoluzione ambientale

Un libro-manuale per ecologisti, che verrà stampato grazie a crowdfunding. Quattro livelli di azione, di crescente difficoltà, che ciascuno di noi può applicare immediatamente

Rifiuti processo Resit: Cassazione conferma 18 anni a Cipriano Chianese, inventore ecomafie

Legambiente: “Soddisfazione per la conferma delle condanne. Continueremo nostro lavoro di denuncia e impegno per la rinascita della Terra dei fuochi”

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

“Il primo follower” per una rivoluzione ambientale

Un libro-manuale per ecologisti, che verrà stampato grazie a crowdfunding. Quattro livelli di azione, di crescente difficoltà, che ciascuno di noi può applicare immediatamente

Rifiuti processo Resit: Cassazione conferma 18 anni a Cipriano Chianese, inventore ecomafie

Legambiente: “Soddisfazione per la conferma delle condanne. Continueremo nostro lavoro di denuncia e impegno per la rinascita della Terra dei fuochi”

Antonio Gramsci: tra resistenza sociale e resilienza ambientale

Nel 130esimo anniversario della nascita dell'uomo politico, viaggio alla riscoperta del suo pensiero e delle sue "intuizioni" ecologiste. Per comprendere come affrontare le sfide del presente

Sardegna da tutelare: firmato l’accordo tra la famiglia Abbado e Legambiente

Presentato oggi il progetto il cui obiettivo è promuovere programmi di tutela dell’ambiente e di ricerca nel terreno ad Alghero di Claudio Abbado, famoso direttore d’orchestra scomparso nel 2014. Un'area protetta negli anni per i suoi valori naturalistici

Le armonie della bellezza, presentazione dell’accordo sul terreno di Claudio Abbado

Appuntamento domani, 21 gennaio, alle ore 11.00 sulle pagine Facebook di Legambiente e della Nuova Ecologia e sul sito della Nuova Ecologia