sabato 23 Ottobre 2021

Acquista

Login

Registrati

Violenta esplosione in un’industria chimica a Porto Marghera

Questa mattina, verso le 10.15, si è verificata un’esplosione all’interno dell’industria chimica 3V Sigma, con sede in Porto Marghera (VE). L’incendio a un serbatoio ha provocato una violenta esplosione, che ha causato almeno due feriti gravi e una preoccupante colonna di fumo nero. I due lavoratori, ustionati, sono stati portati agli ospedali di Verona e Padova.

Sul posto sono arrivate le squadre del nucleo Nbcr dei Vigili del fuoco, addestrato per emergenze nucleari, biologiche chimiche e radiologiche. Al lavoro anche i tecnici dell’Arpav per controllare la qualità dell’aria e l’eventuale rischio di dispersione di sostanze chimiche pericolose, che sembra essere scongiurato. L’allarme inquinamento è rientrato verso le 14.00, mentre i residenti della zona erano stati invitati a rimanere in casa. L’assessore regionale alla protezione civile, Gianpaolo Bottacin, ha spiegato che “fuori all’ambito aziendale non c’è pericolo di incendio, ma non si possono escludere altre esplosioni come già avvenuto”.

L’incendio ha interessato un’area di 10mila metri quadrati. Il traffico attorno alla zona è stato interrotto, così come tutte le linee di trasporto pubblico, che sono state temporaneamente deviate o sospese. Sale l’allarme anche nelle province vicine. Il Comune di Venezia in un tweet ha avvisato che il vento spira “in direzione centro storico” spingendo quindi il fumo verso la laguna.

Intanto sulla vicenda si accendono diverse polemiche: alcuni abitanti della zona avevano denunciato già da ieri la presenza di odori insoliti nell’aria, simili a materiale bruciato. E alcuni sindacati avevano già sottolineato condizioni di sicurezza non ottimali nello stabilimento. Pochi mesi fa i lavoratori avevano scioperato per la sicurezza, denunciando tra l’altro l’insufficienza degli impianti anti incendio.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

SOSTIENI IL MENSILE 

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Verso G20 di Roma e Cop25, Legambiente: Legambiente: “Urgente accelerare il processo della transizione ecologica”

Per l’associazione servono più comunità energetiche, parchi eolici, economia circolare, mobilità elettrica, cicli produttivi che non consumano più fonti fossili. Il 23 ottobre nella capitale flash mob per richiamare l’attenzione dei leader politici

QualEnergia SETTEMBRE/OTTOBRE 2021

FOCUS KEY ENERGY 2021 Fiera internazionale del clima, rinnovabili, efficienza e mobilità; Rimini 26-29 ottobre RINNOVABILI CONTRO IL CARO BOLLETTE In vista della Cop26 accelerare sul contenimento...

Turismo sostenibile, investimenti da un milione di euro per la cooperativa Fairbnb

Grazie al supporto assicurato da Fondo Sviluppo, SEFEA Impact e Coopfond. Prenotando un alloggio su Fairbnb.coop chi viaggia ora avrà l'opportunità di contribuire alla campagna di crowdfunding “Alleva la speranza +”

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Verso G20 di Roma e Cop25, Legambiente: Legambiente: “Urgente accelerare il processo della transizione ecologica”

Per l’associazione servono più comunità energetiche, parchi eolici, economia circolare, mobilità elettrica, cicli produttivi che non consumano più fonti fossili. Il 23 ottobre nella capitale flash mob per richiamare l’attenzione dei leader politici

Turismo sostenibile, investimenti da un milione di euro per la cooperativa Fairbnb

Grazie al supporto assicurato da Fondo Sviluppo, SEFEA Impact e Coopfond. Prenotando un alloggio su Fairbnb.coop chi viaggia ora avrà l'opportunità di contribuire alla campagna di crowdfunding “Alleva la speranza +”

Borghi d’Italia, presentato in Senato un protocollo per valorizzare turismo e cultura

I principali obiettivi sono progetti di sviluppo sostenibile, coinvolgimento delle comunità e nuovi posti di lavoro. Tra le associazioni firmatarie anche Legambiente: "I territori siano centrali nella transizione ecologica e digitale e non restino al margine della scommessa del Pnrr"

Stadi e impianti sportivi in Italia, il 60% costruito prima del 1980

Dal mensile - In Italia ci sono circa centomila impianti sportivi, il 60% costruito prima del 1980. Riqualificarli, evitando nuovo cemento, è la tattica vincente. Per tutti

Giochi senza impatto

Dal mensile - I testimonial green prendono campo nello sport. E con “Ecoevents” anche le grandi manifestazioni diventeranno sostenibili
Ridimensiona font
Contrasto