sabato 24 Luglio 2021

Acquista

Login

Registrati

Viaggio in Italia: l’economia civile e circolare si racconta

EcoforumLa Comunità montana Castelli Romani e Prenestini si è costituita Distretto dell’economia civile.  Si tratta del primo ente sovracomunale a farlo in Italia

di Angelo Buonomo

La Comunità montana Castelli Romani e Prenestini rappresenta la prima esperienza in Italia di ente sovracomunale a costituirsi come Distretto dell’economia civile. I comuni coinvolti sono: Cave, Colonna, Frascati, Gallicano nel Lazio, Genazzano, Grottaferrata, Monte Compatri, Monte Porzio Catone, Palestrina, Rocca di Papa, Rocca Priora, San Cesareo e Zagarolo. Il Distretto ha preso vita grazie a un atto fondativo sottoscritto dai comuni aderenti alla Comunità Montana, cittadini, imprese, realtà associative, agenzie formative sancendo, in questo modo, il protagonismo degli attori dell’Economia civile.

A partire da questo atto sono stati elaborati diversi strumenti e progetti volti a costruire reti tra i soggetti coinvolti e a dare vita a processi di sviluppo locale sostenibile dal punto di vista economico, sociale e ambientale. In questa ottica il Distretto, nel settembre 2019, ha adottato laCarta di Impegno e il Manifesto dei Valori dell’Economia Civile del Distretto della Comunità Montana Castelli Romani e Prenestini e, successivamente, nel maggio del 2020, il Regolamento dei beni condivisi”. Accanto a questi strumenti è stata promossa una ricerca-azione condotta attraverso il metodo del “Design del potenziale dei contesti territoriali”, lo strumento utilizzato da Legambiente per rafforzare l’azione dei Distretti dell’Economia civile, con l’obiettivo di dare una nuova lettura del contesto volta a sviluppare percorsi di innovazione partecipata aperta.

L’analisi prodotta ha evidenziato alcune traiettorie di lavoro su quattro “codici traino”: economia circolare, capitale relazionale, innovazione pubblico-privato, connessione emergenza sociale e potenzialità locale. Il Distretto si articola in due direzioni: i processi di sviluppo locale che nascono attraverso gli enti pubblici e gli attori di economia civile della Comunità montana e le iniziative dei singoli Comuni aderenti. Dalla sua costituzione il Distretto dell’Economia civile Comunità Montana Castelli Romani e Prenestini ha promosso diversi progetti come l’adozione di  patti di collaborazione, la candidatura al bando Social Economy Missions” promosso dall’Agenzia esecutiva per le PMI con il progetto “Send a postcard”, i progetti di cooperazione internazionale come Alin.li. volto a creare un ponte di solidarietà con l’Africa e l’accordo di per realizzare un Distretto dell’Economia Civile in Senegal. In questa prospettiva assumono un valore significativo i bandi promossi dalla Comunità montana volti a sviluppare processi di economia circolare e civile come quello indirizzato a gruppi informali di giovani tra i 25 e i 40 anni, quello indirizzato alle associazioni presenti nel Distretto e quello dedicato ai comuni aderenti. Un processo aperto e partecipato che punta a costruire un nuovo modello di sviluppo locale. Il Distretto dell’Economia civile della Comunità Montana Castelli Romani e Prenestini è in cammino.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Azione climatica, l’impegno europeo per ridurre le emissioni è ancora insufficiente

Il nuovo Pacchetto legislativo Clima-Energia “Fit for 55” proposto dalla Commissione lo scorso 14 luglio è inadeguato a fronteggiare la crisi climatica e a mantenere vivo l’obiettivo di 1.5°C. Un obiettivo ambizioso ma possibile

G20, Cingolani: “Raggiunto un accordo unico sulla tutela della natura”, in piazza cresce la protesta

Secondo il ministro il documento riprende la visione del Pnrr italiano: tutela degli ecosistemi e della biodiversità, economia circolare, finanza green I difficili negoziati sulla transizione ecologica

Al via “La Compagnia del suolo”, nove tappe per analizzare la salute dei terreni agricoli

L'iniziativa, organizzata nell'ambito del progetto "Cambia la Terra", punta ad attraversare l’Italia da nord a sud in nove tappe, a partire dal 28 luglio fino alla prima metà di ottobre

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Al via “La Compagnia del suolo”, nove tappe per analizzare la salute dei terreni agricoli

L'iniziativa, organizzata nell'ambito del progetto "Cambia la Terra", punta ad attraversare l’Italia da nord a sud in nove tappe, a partire dal 28 luglio fino alla prima metà di ottobre

Rete EducAzioni, la scuola in presenza è l’unica opzione

L'appello del coordinamento di cui fa parte tra gli altri il Forum Disuguaglianze Diversità, le Scuole senza zaino, Saltamuri e Asvis al governo e al ministro dell'istruzione. Per un'istruzione senza disparità

G20 a Napoli, il controvertice dell’ecosocialforum

Una tre giorni dal basso, di informazione, di confronto e di mobilitazione. Insieme i Fridays for future, Extinction Rebellion, Greenpeace e tanti comitati locali: sono le "bees against G20"

Formula 1, Vettel raccoglie i rifiuti sugli spalti di Silverstone

Uscito anzitempo al Gran Premio di Gran Bretagna il pilota tedesco ha deciso di dare una mano per ripulire il circuito di Silverstone

FestambienteSud, al via il 23 luglio la XVII edizione del Festival di Legambiente

Appuntamento dal 23 al 25 luglio a Monte Sant’Angelo e dal 31 luglio al 2 agosto a Vieste e in Foresta Umbra. Annunciati i Comuni Ricicloni e quelli virtuosi per la raccolta differenziata che riceveranno un premio speciale
Ridimensiona font
Contrasto