venerdì 5 Marzo 2021

Acquista

Login

Registrati

Viaggio nell’economia civile e circolare. Quinta tappa

di NOEMI ZURLO

Il territorio di Lecco, città lombarda conosciuta soprattutto per l’industria del ferro, vive anche di un turismo culturale e naturalistico grazie alla coesistenza di montagne, fiumi e lago che la rendono una meta ideale. Caratteristica importante è la quantità di stradine e sentieri lungo i fiumi che regalano scorci inaspettati della città.

È su queste peculiarità che nasce il programma esperienziale Eco Urban Walk, ideato da Legambiente Lecco e Conscious Host, realtà al femminile che fa impresa promuovendo servizi di ospitalità in strutture ricettive extra-alberghiere che promuovono un turismo a basso impatto ambientale. 

Il progetto è inoltre parte di Officina Gerenzone, laboratorio che mette in contatto le diverse realtà cittadine nella promozione del territorio lecchese ed è finanziato dalla Fondazione comunitaria del Lecchese e dal Comune di Lecco. L’esperienza promuove le passeggiate lungo il fiume Gerenzone che nasce dalla montagna Grigna meridionale e sfocia nel lago di Como ed è rivolta a turisti e residenti che possono immergersi nella bellezza del paesaggio fluviale, tra uno scambio con gli abitanti e una degustazione di prodotti tipici locali.

L’itinerario è inoltre agevolato dalla presenza di alcuni giovani del posto che accompagnano i visitatori alla scoperta del contesto la cui peculiarità è l’incontro tra memorie passate, con storie delle generazioni che vivevano e lavoravano sul fiume, e quelle presenti, grazie a chi oggi ripete quella stessa esperienza. 

“La nostra è un’esperienza – racconta Laura Todde, referente di Conscious Host – per italiani o stranieri che amano le vacanze green e che desiderano conoscere Lecco a partire dal fiume ma non tralasciando le altre sue caratteristiche: la vocazione industriale, l’attenzione all’ambiente, le tradizioni e la capacità di innovare. È una gita che fa bene a tutti: a chi sceglie di realizzarla e a chi accompagna, ma anche a chi oggi abita il fiume e, vedendo passare i visitatori, comincia a credere a un’idea di turismo sostenibile reale ed efficace. Questa è certamente un’esperienza che mira alla promozione di un turismo a basso impatto ambientale ma che, al contempo, punta più in alto perché persegue la valorizzazione della Valle del Gerenzone grazie al coinvolgimento dei giovani. Per farlo bastano due ore a disposizione, lo zaino in spalla, un paio di scarpe comode e una borraccia: al resto ci pensa la bellezza di questi luoghi!”

Link utili:

Pagina per la prenotazione dell’esperienza

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

SOSTIENI IL MENSILE 

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Berta Caceres, cinque anni in cerca di verità e giustizia

Avrebbe compiuto 50 anni ieri la leader indigena assassinata nel 2016 da un gruppo armato. A 5 anni dalla sua “semina” tante le iniziative lanciate dal Copinh. Come #unalberoperlavita, in memoria di chi è stato ucciso nel mondo per difendere ambiente e beni comuni

Città e mobilità sostenibili: il motore per il rilancio del Paese

Dall’8 marzo al 10 aprile la campagna di Legambiente 'Clean Cities: ripartiamo dalle città' per accelerare le politiche locali verso la transizione ecologica. Un viaggio di 14 tappe per una mobilità più sicura, più elettrica e più condivisa

Ambiente, Cingolani: “La transizione ecologica sia globale e antropologica”

Intervenuto alla Conferenza preparatoria della Strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile il ministro della Transizione Ecologica ha illustrato le sfide che il nuovo dicastero dovrà affrontare: “La visione è globale, ma le soluzioni devono essere innestate nel tessuto locale”

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Pnrr, Pefc Italia: “Cruciali gli investimenti nel settore del legno e delle foreste”

Investire nei materiali di origine legnosa per gli edifici, puntare sullo stoccaggio di CO<sub>2</sub> per contrastare la crisi climatica e incentivare la gestione attiva di boschi e foreste. Sono queste alcune proposte che Pefc Italia, ente promotore della gestione sostenibile delle foreste, avanza in occasione della revisione della prima bozza del Pnrr

Italiana Coke condannata dal Consiglio di stato ad adeguare l’impianto della Val Bormida

L'azienda impegnata nella distillazione di carbone fossile di importazione dovrà attenersi alle prescrizioni previste dall’Autorizzazione integrata ambientale. Soddisfatta Legambiente Liguria: “Servono garanzie rispetto alla gestione e al sostegno dei costi di bonifica del sito perché troppo spesso questi sono rimasti a carico del pubblico”

Anagni, tramonta l’idea di un parcheggio nell’area archeologica di Piscina

Con la delibera di Giunta del 16 febbraio scorso l’amministrazione comunale ha definitivamente abbandonato l’idea. Rita Ambrosino, presidente di Legambiente Anagni: “Soddisfatti di questa decisione”

Fukushima 10 anni dopo. Il nuovo numero di Nuova Ecologia

Si intitola "Uscita di sicurezza" il numero di marzo del mensile dedicato al nucleare e al deposito di rifiuti radioattivi che dovrà essere realizzato in Italia. Oggi alle 11.30 la presentazione in diretta sulle pagine Facebook di Legambiente e La Nuova Ecologia e su lanuovaecologia.it

Nessuna transizione senza trasformazione

Editoriale del direttore Francesco Loiacono al numero di marzo della Nuova Ecologia
Ridimensiona font
Contrasto