Vesuvio, Costa: 35 telecamere contro il deposito rifiuti e roghi

L’annuncio è del ministro dell’Ambiente, ad Ottaviano (Napoli), nella sede del Castello mediceo, per presentare l’iniziativa che punta a incastrare “quanti commettono reati nell’area protetta”

Vesuvio, annuncio del ministro Costa
Napoli, 11 luglio 2017

(ANSA/ CIRO FUSCO)


Saranno tre le centrali operative attive per le telecamere installate nell’area del parco nazionale del Vesuvio. Lo ha annunciato il ministro all’ambiente Sergio  osta prima della presentazione, al castello mediceo di Ottaviano, delle 35 nuove videocamere installate nell’area protetta. Serviranno “a scovare chi deposita rifiuti, ma anche chi potrebbe dar fuoco al bosco del parco”. L’annuncio è del ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ad Ottaviano (Napoli), nella sede del Castello mediceo, per presentare l’iniziativa che punta a incastrare “quanti commettono reati nell’area protetta”.

Il ministro, prima di raggiungere la sala conferenze del castello, si è intrattenuto con alcuni cittadini che gli hanno chiesto quali azioni intraprendere per poter procedere con la bonifica delle aree private dagli alberi inceneriti dal vasto incendio che lo scorso anno mandò in fumo molti ettari dell’area protetta.