sabato 23 Ottobre 2021

Acquista

Login

Registrati

Nasce la Climate open platform: in rete movimenti e associazioni

Si stanno preparando agli appuntamenti internazionali di YouthCop e PreCop di Milano. L’1 e  il 2 ottobre l’eco-social forum per la giustizia climatica

Si chiama Climate open platform la rete di movimenti, sindacati e organizzazioni che lottano per la giustizia climatica e si stanno preparando agli  importanti appuntamenti internazionali di YouthCOP e PreCOP di Milano, eventi preparatori della COP26 di Glasgow.

 

A Milano l’Eco-social Forum, una settimana, di eventi, iniziative, dibattiti, azioni, che mettono al centro la battaglia per la giustizia climatica e sociale. scenderà in piazza l’1 e il 2 ottobre

 

L’appello della Climate open platform

“Siamo stanchi che la crisi climatica non venga presa sul serio e siamo stanchi delle promesse vuote di politici e governi di tutto il mondo. Sono stati fatti timidi passi avanti, ma non si è ancora agito con la necessaria urgenza” si legge nell’appello che lancia il percorso. Durante l’ultima settimana di settembre, in contemporanea con gli incontri di Youth Cop e Pre Cop, Climate Open Platform organizzerà a Milano l’Eco-social Forum, una settimana, di eventi, iniziative, dibattiti, azioni, che mettano al centro la battaglia per la giustizia climatica e sociale, e scenderà in piazza il 1 e 2 ottobre. Ad aderire tante associazioni tra cui Legambiente, Arci, Wwf Italia, Greenpeace Italia, Fairwatch.

“La COP26 di Glasgow sarà un momento decisivo, in cui non possiamo permettere che si ignori l’urgenza di un cambiamento radicale. Per questo gli appuntamenti di Milano sono ancor più centrali” dichiarano le attiviste e gli attivisti della piattaforma “Le immagini di questi giorni dal Canada lo mettono ancora una volta sotto gli occhi di tutti: il disastro climatico non è qualcosa che arriverà, è già qui: si deve agire ora. Come organizzazioni, movimenti, sindacati, associazioni italiane e internazionali siamo pronti a fare la nostra parte per farci ascoltare”.

Una giusta transizione che passi per defossilizzazione e riconversione ecologica, tutela di lavoratrici e lavoratori, rispetto dei diritti umani, conservazione di ecosistemi e biodiversità, conoscenza e ricerca libere e accessibili, per la redistribuzione della ricchezza e per le riparazioni verso le comunità del Sud Globale e le comunità indigene di tutto il mondo. Queste alcune delle rivendicazioni centrali dell’appello di Climate Open Platform, la cui sottoscrizione è aperta a chi voglia da oggi convergere nel percorso.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Verso G20 di Roma e Cop25, Legambiente: Legambiente: “Urgente accelerare il processo della transizione ecologica”

Per l’associazione servono più comunità energetiche, parchi eolici, economia circolare, mobilità elettrica, cicli produttivi che non consumano più fonti fossili. Il 23 ottobre nella capitale flash mob per richiamare l’attenzione dei leader politici

QualEnergia SETTEMBRE/OTTOBRE 2021

FOCUS KEY ENERGY 2021 Fiera internazionale del clima, rinnovabili, efficienza e mobilità; Rimini 26-29 ottobre RINNOVABILI CONTRO IL CARO BOLLETTE In vista della Cop26 accelerare sul contenimento...

Turismo sostenibile, investimenti da un milione di euro per la cooperativa Fairbnb

Grazie al supporto assicurato da Fondo Sviluppo, SEFEA Impact e Coopfond. Prenotando un alloggio su Fairbnb.coop chi viaggia ora avrà l'opportunità di contribuire alla campagna di crowdfunding “Alleva la speranza +”

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Verso G20 di Roma e Cop25, Legambiente: Legambiente: “Urgente accelerare il processo della transizione ecologica”

Per l’associazione servono più comunità energetiche, parchi eolici, economia circolare, mobilità elettrica, cicli produttivi che non consumano più fonti fossili. Il 23 ottobre nella capitale flash mob per richiamare l’attenzione dei leader politici

Turismo sostenibile, investimenti da un milione di euro per la cooperativa Fairbnb

Grazie al supporto assicurato da Fondo Sviluppo, SEFEA Impact e Coopfond. Prenotando un alloggio su Fairbnb.coop chi viaggia ora avrà l'opportunità di contribuire alla campagna di crowdfunding “Alleva la speranza +”

Borghi d’Italia, presentato in Senato un protocollo per valorizzare turismo e cultura

I principali obiettivi sono progetti di sviluppo sostenibile, coinvolgimento delle comunità e nuovi posti di lavoro. Tra le associazioni firmatarie anche Legambiente: "I territori siano centrali nella transizione ecologica e digitale e non restino al margine della scommessa del Pnrr"

Stadi e impianti sportivi in Italia, il 60% costruito prima del 1980

Dal mensile - In Italia ci sono circa centomila impianti sportivi, il 60% costruito prima del 1980. Riqualificarli, evitando nuovo cemento, è la tattica vincente. Per tutti

Giochi senza impatto

Dal mensile - I testimonial green prendono campo nello sport. E con “Ecoevents” anche le grandi manifestazioni diventeranno sostenibili
Ridimensiona font
Contrasto