sabato 8 Maggio 2021

Acquista

Login

Registrati

Stop alla plastica monouso: Valle d’Aosta all’avanguardia in Italia

Stoviglie monouso in plastica

In Italia tra le Regioni che maggiormente si stanno impegnando per ridurre drasticamente l’utilizzo di oggetti in plastica monouso c’è la Valle d’Aosta. Lo ha ricordato l’assessore regionale all’Ambiente, risorse naturali e corpo forestale Albert Chatrian, a seguito dell’approvazione da parte del Parlamento dell’Unione Europea, con una direttiva, della messa al bando di stoviglie e contenitori in plastica per bevande monouso, i quali entro il 2021 dovranno essere sostituiti con beni recuperabili/riciclabili. 

“Ancor prima della direttiva dell’Unione europea, la Regione Valle d’Aosta ha avviato azioni volte a un maggior rispetto nell’utilizzo della plastica monouso coinvolgendo con anticipo non solo le strutture dell’amministrazione regionale e del Consiglio regionale, ma tutti gli enti pubblici operanti nel nostro territorio e tracciando così quelle linee che devono essere alla base delle politiche ambientali di oggi per guardare con attenzione all’ambiente di domani”, ha dichiarato l’assessore Chatrian. “Con una circolare inviata lo scorso 8 febbraio sono state infatti date indicazioni puntuali a oltre 200 enti pubblici operanti in Regione, con le quali sono state fornite disposizioni in merito all’avvio immediato di iniziate volte ad adottare tutte le necessarie azioni per conseguire l’obiettivo dell’eliminazione della plastica oggetto della Direttiva nel più breve tempo possibile”.

“Al fine di monitorare il rispetto delle nuove prescrizioni fissate – ha precisato l’assessore Chatrian – con le circolari dell’8 febbraio è stato chiesto di individuare anche un referente per ciascuna struttura interessata, il quale dovrà relazionare con regolarità all’assessorato sullo stato di avanzamento delle diverse iniziative che saranno avviate in ogni struttura”.

“Voglio sottolineare – ha concluso – la sensibilità che la Regione ha posto nei confronti della grave problematica connessa con i danni ambientali che l’utilizzo delle plastiche monouso e la loro non corretta gestione comportano, che ci ha indotto a prevedere, anche in assenza di specifiche disposizioni comunitarie, l’attivazione di azioni volte alla prevenzione della produzione di tali rifiuti. Quanto avviato a febbraio, infatti, è attuativo del Programma regionale di prevenzione dei rifiuti, approvato con il Piano regionale di gestione dei rifiuti, con la legge regionale n. 22/2015, programma che individua fra le sue priorità proprio quelle afferenti alla eliminazione degli oggetti monouso in plastica. Partire coinvolgendo le strutture pubbliche in queste problematiche significa essere anche un esempio per i cittadini nel mettere in atto comportamenti virtuosi dai quali non si può più prescindere”.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

In Sicilia, il crollo della Grotta delle piscine a Realmonte non sarà l’ultimo

Il dissesto idrogeologico rientra in fenomeni naturali che interessano certe tipologie di coste. Legambiente Sicilia: "In un immediato futuro, in particolare per l’innalzamento del livello marino avremo sempre di più a che fare con questi eventi"

Giornata mondiale degli uccelli migratori, tanti esemplari a rischio

Ricorre l'8 maggio ed è stata creata per sensibilizzare alla tutela della biodiversità e degli habitat in cui l'avifauna vive. Un fine settimana pieno di iniziative

“Bella presenza”: la comunità che educa

Si chiama così il progetto per il contrasto della povertà educativa minorile, in Campania, Piemonte e Toscana. L'appuntamento è online il 26 maggio alle 18

Seguici sui nostri Social

16,978FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

In Sicilia, il crollo della Grotta delle piscine a Realmonte non sarà l’ultimo

Il dissesto idrogeologico rientra in fenomeni naturali che interessano certe tipologie di coste. Legambiente Sicilia: "In un immediato futuro, in particolare per l’innalzamento del livello marino avremo sempre di più a che fare con questi eventi"

“Bella presenza”: la comunità che educa

Si chiama così il progetto per il contrasto della povertà educativa minorile, in Campania, Piemonte e Toscana. L'appuntamento è online il 26 maggio alle 18

Sex and the cancer, contro ogni tabù

C’è un aspetto nella diagnosi di cancro di cui ancora troppo poco si parla: come cambia la sessualità con e dopo il tumore. Appuntamento all’11 maggio con un convegno sul tema

L’87% dei cittadini di Roma e Milano chiede più spazi verdi

È quanto emerge dai dati italiani del sondaggio europeo YouGov, commissionata dal movimento europeo Clean Cities di cui fanno parte Legambiente e Kyoto Club. Firma la petizione per una mobilità a zero emissioni

Dal 2 all’8 maggio la Settimana internazionale sulla consapevolezza del compost

Obiettivo dell'iniziativa, che si conclude l'8 maggio, è creare consapevolezza sui vantaggi dell'uso del compost e del recupero valorizzato di sostanze organiche per la società civile, il suolo e l'ambiente. Anche quest'anno tra i promotori c'è il Consorzio italiano compostatori
Ridimensiona font
Contrasto