Vacanze, nasce la campagna “Non a mia madre” in difesa dei luoghi del cuore

Tutti possono fare la differenza e salvaguardare la spiaggia o il sentiero di montagne che frequenta durante i giorni di vacanza raccogliendo i rifiuti. Volantini da stampare e affiggere per diffondere buone pratiche. VIDEO TUTORIAL Pagina Facebook

volantino Non A Mia Madre

Cartelli che sensibilizzano a rispettare madre natura da affiggere nei luoghi in cui trascorriamo le vacanze, per diffondere buone pratiche in difesa dell’ambiente, come quella di raccogliere i rifiuti, quelli che produciamo e anche quelli che troviamo sparsi prima del nostro arrivo.

È questo il cuore della campagna “Non a Mia Madre”, lanciata da un team di pubblicitari che ha deciso  di mettere a disposizione le proprie capacità per attivare direttamente sul campo le persone che usufruiscono di spazi naturali lasciando purtroppo una grande quantità di rifiuti alla fine della giornata.

“Non a Mia Madre nasce dal desiderio di affiancare alle azioni di pulizia  già promosse da importanti realtà ambientaliste, una “chiamata” a micro-azioni diffuse, che ciascuno può fare per la salvaguardia della spiaggia libera o del sentiero di montagna che frequenta”, dicono Andrea, Cristina, Francesco e Guendalina del team di Non a Mia Madre.

volantino appenso a un albero di Non a Mia Madre

“Abbiamo pensato quindi – aggiunge il team – ad un annuncio che possa far riflettere sulla bellezza che la natura ci regala quando non è offesa dall’incuria e dai rifiuti, che ciascuno può scaricare, stampare ed esporre: uno strumento per essere attivi in modo capillare!”. Insomma, tutti e ovunque, possono fare la propria parte.

Air Jordan IX 9 Shoes