sabato 27 Novembre 2021

Acquista

Login

Registrati

Unicoop Firenze ricicla e sostituisce le casse in politistirolo per il pesce

foto casse per il pesce che sostituiscono quelle in polistirolo

Zero polistirolo in discarica con un progetto verde che riduce gli imballi e trasforma lo scarto in risorsa: dopo il recente stop all’usa e getta sugli scaffali, questa volta Unicoop Firenze segna il traguardo sul fronte del polistirolo, quello delle casse con cui i prodotti ittici vengono consegnati ogni giorno ai reparti pescheria. Si parla di 810mila casse di polistirolo all’anno, per un peso complessivo di circa 180 tonnellate, equivalenti al polistirolo trasportato da oltre 100 camion, che non finiranno più nei rifiuti indifferenziati. Una squadra allargata e tre anni di lavoro per costruire una “filiera per il consumo sostenibile” basata su due strategie parallele: da un lato riciclare il polistirolo come materia per fare nuovi oggetti e, dall’altro, sostituirlo con soluzioni che prevedano il riutilizzo degli imballi.

La seconda vita del polistirolo
Grazie a un circuito di economia sostenibile, da oggi circa il 60% delle casse di polistirolo utilizzate nei reparti pescheria avrà una seconda vita. Dopo l’utilizzo in reparto, infatti, le casse vengono pulite e inviate a un impianto esterno, un punto di raccolta unico che compatta il polistirolo in arrivo dai punti vendita, per ridurre il volume e i relativi costi di spedizione. I “lingotti” di polistirolo vengono poi ritirati da aziende che dopo averli trasformati in perline di plastica, li usano per realizzare nuovi oggetti, fra i quali cestini spesa simili a quelli del supermercato.

Facendo un passo indietro, la “lotta all’indifferenziato” inizia a maggio 2017 quando la cooperativa avvia una prima sperimentazione per sostituire il restante 40% del polistirolo usato da fornitori nazionali con casse azzurre lavabili e riutilizzabili in un circuito chiuso. Sviluppato in collaborazione con Cpr System, produttore delle casse, il progetto andrà a regime entro fine 2019 quando tutti i 20 fornitori nazionali avranno sostituito il polistirolo con le casse azzurre. In numeri, 300mila casse di polistirolo eliminate, pari a circa 64 tonnellate in meno all’anno di rifiuti immessi nell’ambiente. Il tutto con la garanzia che le casse azzurre assicurano una perfetta copertura di ghiaccio sul prodotto per conservare meglio l’ambiente e, insieme, la qualità e la sicurezza del prodotto.

Un progetto a due binari, per sostituire e per rigenerare, che ha richiesto un confronto con i fornitori, la formazione delle persone nei punti vendita, numerosi test nei reparti e presso partner esterni. Da subito le casse azzurre sono risultate la soluzione ideale per il circuito di fornitori nazionali, mentre i progetti di riuso del polistirolo inizialmente sembravano non praticabili, per problemi di residui organici, persistenza olfattiva e alti costi di trasporto di grossi volumi e poco peso. Dopo varie sperimentazioni e con un lavoro in team, l’obiettivo zero polistirolo in discarica è diventato possibile.

Meno inquinamento, più valore
Da rifiuto indifferenziato a una nuova vita, il piano rientra in un più ampio disegno di “lotta ai rifiuti indifferenziati” prodotti dai diversi reparti. Intervenire sul polistirolo era strategico perché le casse della pescheria costituivano fino ad oggi 60% in volume del totale di rifiuti indifferenziati e comportavano alti costi ambientali e di smaltimento. Con una logica di economia circolare, il progetto raggiunge quindi più obiettivi in uno: alleggerisce l’ambiente di molti camion di rifiuti, riduce l’inquinamento generato dal trasporto del polistirolo da smaltire e crea valore perché individua nuovi usi per un materiale plastico già utilizzato e, in apparenza, di poco interesse.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Premio Luisa Minazzi Ambientalista dell’anno 2021

A Casale Monferrato dal 27 novembre al 4 dicembre il consueto appuntamento con il festival delle realtà virtuose. C'è ancora tempo fino al 28 novembre per votare sul sito www.premioluisaminazzi.it

Economia circolare, 200 cittadini attivi in tutta Italia per il progetto “New Life”

Sostenuto da Crédit Agricole Italia e Legambiente, è volto alla riqualificazione urbana ma comprende anche tutorial con consigli per stili di vita sostenibili, dalla cucina degli scarti alla cosmesi naturale

FORUM QUALENERGIA SICILIA

Dalle 9.30 Forum Qualenergia Sicilia in diretta da Palermo. Un’occasione per confrontarsi con il mondo delle rinnovabili, per collaborare nella costruzione di un quadro normativo e di strumenti e azioni finalizzate a supportare il capitale tecnologico e umano necessario allo sviluppo sostenibile dell’isola.

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Economia circolare, 200 cittadini attivi in tutta Italia per il progetto “New Life”

Sostenuto da Crédit Agricole Italia e Legambiente, è volto alla riqualificazione urbana ma comprende anche tutorial con consigli per stili di vita sostenibili, dalla cucina degli scarti alla cosmesi naturale

FORUM QUALENERGIA SICILIA

Dalle 9.30 Forum Qualenergia Sicilia in diretta da Palermo. Un’occasione per confrontarsi con il mondo delle rinnovabili, per collaborare nella costruzione di un quadro normativo e di strumenti e azioni finalizzate a supportare il capitale tecnologico e umano necessario allo sviluppo sostenibile dell’isola.

FORUM ECONOMIA CIRCOLARE TOSCANA

Dalle 9,00 la sesta edizione dell'Ecoforum Toscana. L'esperienza virtuosa di Prato circular city che ha come obiettivo l'accelerazione nella transizione ecologica della città. Innovazione e sostenibilità nella mission dei gestori, in attesa del nuovo Prb. Il racconto dai distretti (cartario, tessile, lapideo, vitivinicolo), le politiche per la riduzione degli sprechi, la gestione dei rifiuti urbani e l’analisi dei flussi sugli speciali

Mediateca delle Terre, un archivio per la cultura contadina

Crocevia inaugura a Roma l’Archivio e Mediateca delle Terre: oltre mezzo secolo di storia contadina in duemila filmati, fotografie, diapositive, libri e riviste da tutto il mondo

Agroecologia, la pastora Assunta Valente premiata ambasciatrice del territorio da Legambiente

Il riconoscimento in occasione del III Forum nazionale dell'Agroecologia Circolare di Legambiente. L'imprenditrice, che svolge la sua attività sulla montagna del frusinate al confine con il Parco d’Abruzzo Lazio e Molise, da tempo è vittima di atti intimidatori. L'appello della documentarista Anna Kauber: "Non lasciamola sola"
Ridimensiona font
Contrasto