venerdì 22 Ottobre 2021

Acquista

Login

Registrati

Materiali green in catalogo

20151104_122410

Matrec è una società specializzata per la consulenza di materiali e prodotti sostenibili, trend, scenari di mercato ed innovazione ecologica. Nel 2002 crea la prima “biblioteca” dedicata agli eco-materiali, che negli anni si è espansa, diventando un osservatorio internazionale per l’innovazione sostenibile di materiali e prodotti. Ce ne parla il suo ideatore, l’architetto Marco Capellini.

Come è nata l’idea di mettere in un unico contenitore tutti i materiali e i prodotti sostenibili in circolazione?

Nasce sicuramente dalla nostra volontà di far conoscere questi materiali che aprono la strada verso un mondo più sostenibile, ma nasce anche dalla necessità delle aziende di capire come questi materiali sostenibili fossero fatti. Il concetto è monitorare quotidianamente e a livello mondiale i materiali che hanno valenza ambientale, racchiuderli tutti in un unico contenitore di facile consultazione, chiedere dei campioni alle aziende e metterli a disposizione delle imprese che vogliono fare innovazione sostenibile.

Come si è evoluto questo database nel tempo?

Da due anni abbiamo cominciato a monitorare anche i prodotti sostenibili. Cerchiamo di capire cosa viene fatto nel mondo con questi materiali sostenibili, così da creare dei trend di mercato. Questo serve alle imprese che vogliono magari lanciare un nuovo prodotto sostenibile, ma hanno bisogno di capire quali materiali sono i migliori o i più quotati per questo.

Cosa vi aspettate da questo progetto?

Sicuramente di aiutare a fare chiarezza nel mondo del sostenibile adesso che di chiarezza ancora non ce n’è molta. Basti pensare che ancora nessuno ha stabilito un limite temporale che divida le risorse rinnovabili da quelle che non lo sono. Certo non si può sfruttare il petrolio, che ci mette milioni di anni a rigenerarsi, allo stesso ritmo con cui si sfrutta il bambù, che invece ci mette solo poche settimane. Cerchiamo di istradare e istruire le aziende. Abbiamo, con questo scopo, anche ipotizzato un’etichetta che faccia capire al consumatore che origine ha un determinato materiale e quanto di un dato prodotto verrà riciclato o buttato in discarica. Ognuno di noi oggi deve essere responsabile per quello che produce e per quello che acquista. Quindi è bene dare delle linee guida alle imprese per mostrargli quali sono i materiali che permettono poi una restituzione delle risorse prelevate all’inizio.

Articoli correlati

Cop26, fuga di documenti rivela che alcuni Stati cercano di alterare il rapporto Ipcc

Sotto accusa Giappone, Australia e Arabia Saudita, ma anche Brasile e Argentina. Secondo quanto scoperto da Greenpeace Uk, pubblicato dalla Bbc, alcuni Paesi stanno tentando di migliorare il Rapporto Ipcc per negare la necessità di interventi drastici contro il cambiamento climatico

Mobilità, l’88% degli italiani usa mezzi privati, cala il trasporto pubblico, riprende la sharing mobility

Il primo sondaggio di Ipsos per l'Osservatorio sugli stili di mobilità in Italiai. Le proposte di Legambiente al Ministro Giovannini: "città 15 minuti, trasporto pubblico elettrico, abbonamenti integrati a Tpl e sharing mobility"

Borghi d’Italia, presentato in Senato un protocollo per valorizzare turismo e cultura

I principali obiettivi sono progetti di sviluppo sostenibile, coinvolgimento delle comunità e nuovi posti di lavoro. Tra le associazioni firmatarie anche Legambiente: "I territori siano centrali nella transizione ecologica e digitale e non restino al margine della scommessa del Pnrr"

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Borghi d’Italia, presentato in Senato un protocollo per valorizzare turismo e cultura

I principali obiettivi sono progetti di sviluppo sostenibile, coinvolgimento delle comunità e nuovi posti di lavoro. Tra le associazioni firmatarie anche Legambiente: "I territori siano centrali nella transizione ecologica e digitale e non restino al margine della scommessa del Pnrr"

Stadi e impianti sportivi in Italia, il 60% costruito prima del 1980

Dal mensile - In Italia ci sono circa centomila impianti sportivi, il 60% costruito prima del 1980. Riqualificarli, evitando nuovo cemento, è la tattica vincente. Per tutti

Giochi senza impatto

Dal mensile - I testimonial green prendono campo nello sport. E con “Ecoevents” anche le grandi manifestazioni diventeranno sostenibili

#EveryTrickCounts, il calcio in campo contro i cambiamenti climatici

Al via la campagna di Uefa e Commissione europea per sensibilizzare sull'importanza di piccoli gesti quotidiani per salvare il nostro pianeta dalla crisi climatica. Testimonial dello spot Luis Figo, Delphine ed Estelle Cascarino e Gianluigi Buffon / GIOCHI SENZA IMPATTO

Riciclo, in Italia raccolte 7 milioni di tonnellate di carta nel 2020

Di queste, 5 milioni sono state utilizzate nel mercato interno e le rimanenti 2 esportate. I dati del rapporto 2021 di Unirima, l’Unione nazionale imprese recupero e riciclo maceri
Ridimensiona font
Contrasto