martedì 15 Giugno 2021

Acquista

Login

Registrati

Un oceano, un clima, un futuro

Questo il focus scelto dal Ciheam Bari e l’Arpa Puglia per un evento in occasione della Giornata mondiale degli oceani. Nel Porto Museo di Tricase

La vita sulla Terra è strettamente connessa alla salute degli oceani e dei mari, che ricoprono il 70% della superficie terrestre e contribuiscono alla vita dell’uomo. Gli oceani, di fatto, generano la parte più rilevante dell’aria che respiriamo, forniscono cibo e contribuiscono alla regolazione del clima.

In occasione della Giornata Mondiale degli Oceani, il CIHEAM Bari – Sede di Tricase – e l’Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione dell’Ambiente (ARPA Puglia), presentano, nel Porto Museo di Tricase, un evento che pone l’attenzione sull’importanza di tutelare i nostri oceani e i nostri mari per poter sopravvivere, prosperare e garantire un futuro alle giovani generazioni.

Un oceano, un clima, un futuro è il focus scelto per celebrare la giornata con la consapevolezza che solo un’azione congiunta di tutela di questo patrimonio di smisurata importanza può garantire risultati concreti a beneficio delle future generazioni.

L’evento è organizzato nell’ambito di COMMON (Coastal Management and Monitoring Network for tackling marine litter in Mediterranean sea), progetto europeo coordinato da Legambiente e finanziato dal Programma ENICBC Med.

La manifestazione si aprirà alle ore 16.30 con la liberazione di due tartarughe marine della specie Caretta caretta. Nina e Strikgnak, curate nel Centro di Recupero Tartarughe Marine di Calimera (Le), saranno rilasciate nelle acque al largo del Porto di Tricase.

A seguire la presentazione dei risultati dell’incontro nazionale Verso il network delle città costiere per contrastare i rifiuti marini nel Mediterraneo: un’occasione di confronto tra le comunità costiere con l’obiettivo di costituire una rete per condividere problemi comuni, individuare strategie e soluzioni per la lotta all’inquinamento e la corretta gestione del marine litter, tra i territori direttamente colpiti dal fenomeno.

Alle 18.30, Maurizio Raeli, Direttore CIHEAM Bari, Vito Bruno, Direttore Generale ARPA Puglia e Antonio De Donno, Sindaco di Tricase daranno il via al meeting Un mare pulito, un futuro sostenibile, moderato da Massimo Zuccaro (CIHEAM Bari). Previsti interventi, tra gli altri, di Nicola Ungaro, ARPA Puglia, Stefania Di Vito, Legambiente e, per il CIHEAM Bari, Biagio Di Terlizzi, direttore aggiunto, e Fabrizio De Castro.

Seguirà la proiezione di sessanta immagini subacquee selezionate nell’ambito del concorso fotografico Il Bello, il Brutto e il Cattivo nei mari della Puglia, promosso da ARPA per celebrare la Giornata Mondiale degli Oceani, e la premiazione dei primi tre classificati con il premio ArpAmare 2021.

Prevista anche la partecipazione in videoconferenza di Árni Mathiesen, Iceland Ocean Cluster ed ex-Assistente Direttore Generale FAO per la Pesca e l’Acquacoltura.

La conclusioni saranno affidate a Teodoro Miano, Vice Presidente al CdA del CIHEAM e Vito Bruno, ARPA Puglia.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Come scegliere l’auto meno cara e inquinante?

In Svizzera è il Touring Club a suggerire agli automobilisti auto elettriche che costino poco. Ma per il consumatore un'attenzione resta d'obbligo: non lasciarci influenzare dallo sconto all’acquisto e dal risparmio per carburante e manutenzione

Transizione energetica, creare valore per le persone e le comunità

È l'orizzonte che si pone la strategia di sostenibilità del Gruppo Maire Tecnimont. Individuati quattro macroaree di intervento e otto obiettivi prioritari per il 2025, in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite

#liberidaiVeleni, terza tappa della campagna di Legambiente sul fiume Fratta Gorzone

Dopo la Terra dei Fuochi in Campania e la Valle del Sacco nel Lazio, è stata la volta del corso d'acqua colpito dall’inquinamento da Pfas. Appello di Legambiente al ministero della Transizione ecologica: "Accelerare le bonifiche di acque, falde e suoli"

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Come scegliere l’auto meno cara e inquinante?

In Svizzera è il Touring Club a suggerire agli automobilisti auto elettriche che costino poco. Ma per il consumatore un'attenzione resta d'obbligo: non lasciarci influenzare dallo sconto all’acquisto e dal risparmio per carburante e manutenzione

#liberidaiVeleni, terza tappa della campagna di Legambiente sul fiume Fratta Gorzone

Dopo la Terra dei Fuochi in Campania e la Valle del Sacco nel Lazio, è stata la volta del corso d'acqua colpito dall’inquinamento da Pfas. Appello di Legambiente al ministero della Transizione ecologica: "Accelerare le bonifiche di acque, falde e suoli"

Le imprese green sono quelle che resistono di più alla crisi del Covid

Il 16% delle imprese eco-investitrici ha aumentato il proprio fatturato nell’ultimo anno. È il quadro che emerge alla fine del progetto Ecco - Economie Circolari di COmunità, promosso da Legambiente

Il rovescio dei reflui

In tre isole greche, e nella nostra Gorgona, si sperimentano sistemi per recuperare le sostanze nutritive delle acque di scarico. Per ridurre il danno ambientale e sviluppare l’economia

Mosaico Verde, messi a dimora 267mila alberi in 60 aree gestite da Comuni

Presentati il 9 giugno a Roma i risultati raggiunti dalla campagna nel triennio 2018-2021. Grazie ai nuovi alberi piantati si stima per i prossimi anni un assorbimento di circa 186.900 tonnellate di CO2
Ridimensiona font
Contrasto