Un mondo da mettere in comune, è il Festival UmbriaMiCo

Prima edizione per diffondere conoscenza su sviluppo sostenibile e processi di interdipendenza globale. Dal primo al nove giugno in otto località dell’Umbria

Festival

Assisi, Città di Castello, Foligno, Marsciano, Montefalco, Orvieto, San Giustino e ovviamente il capoluogo, Perugia. Qui si svolgeranno le iniziative della prima edizione del Festival del Mondo in Comune, evento nato per diffondere conoscenza su sviluppo sostenibile e processi di interdipendenza globale, scanditi dall’Agenda Onu 2030 nei suoi 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile. Un’iniziativa-faro che illumini le relazioni Nord – Sud attivate secondo il principio della cooperazione tra comunità e che si avvale di importanti collaborazioni, tra cui Legambiente.

Tra gli eventi in programma, la mostra “Ambasciatori del territorio: il ruolo dell’agricoltura nella lotta ai cambiamenti climatici”, a Perugia 
dal 4 al 9 giugno 2018 nel chiostro della Casa dell’associazionismo di via della viola.  Curata da Legambiente, la mostra racconta come l’agricoltura, se virtuosa, può essere strategica per la produzione di cibo genuino e salutare, ma anche contribuire in modo significativo alla salvaguardia della biodiversità e alla lotta ai cambiamenti climatici. Già presentata in analoghi contesti (Festambiente 2016, Treno Verde 2015, Cascina Triulza Expo 2015), è stata uno strumento efficace per rappresentare e divulgare temi complessi come quello del rapporto tra agricoltura, cibo e cambiamenti climatici. Lunedì 4 giugno alle 16.30 si terrà un open space di discussione per approfondire i temi legati all’agricoltura di qualità, al benessere di tutti i cittadini e al ruolo che la sostenibilità svolge nella lotta ai cambiamenti climatici. Un momento per parlare di migrazioni e profughi ambientali e confrontarsi sulle esperienze che quotidianamente ognuno mette in campo per migliorare l’accoglienza e favorire lo sviluppo sostenibile delle comunità d’origine. Martedì 5 e mercoledì 6 giugno dalle 9.30 alle 12.30, ci saranno le attività di “Stop pesticidi: laboratori sulle buone pratiche agronomiche che consentono la produzione di cibi che fanno bene alla salute e all’ambiente”. Parteciperanno le classi della scuola secondaria di primo grado San Paolo di Perugia. L’obiettivo è quello di rendere i partecipanti consapevoli dei rischi dell’uso dei pesticidi e stimolarli ad essere consumatori critici, attenti agli stili di vita sostenibili.

Info umbriamico.com