Un insetto predatore per combattere i parassiti dei platani

L’esperimento verrà effettuato a Bologna. L’obiettivo è fermare la proliferazione delle tingidi evitando il ricorso a prodotti chimici

Chrysopa Oculata verrà utilizzato a Bologna per debellare le tingidi

Un insetto predatore per debellare la popolazione delle tingidi, parassiti dei platani che verso la fine dell’estate risultano fastidiosi per le persone, arrivando anche a pungere, causando locali irritazioni cutanee.

Al suo utilizzo ha deciso di puntare il Comune di Bologna che a partire da domani, sabato 6 aprile, nell’area verde delle scuole Marighetto e Arcobaleno, nel quartiere San Donato-San Vitale, sperimenterà l’insetto per limitare il proliferare delle tingidi, evitando il ricorso a prodotti chimici. L’iniziativa verrà avviata in collaborazione con l’Asl e con il Servizio fitosanitario regionale. 

Nell’area verde scolastica verranno liberati le Crisopa (Chrysoperla carnea), nemici naturali delle Tingidi, che insieme a un microscopico organismo in grado di parassitare gli insetti (Steinernema feltiae) conterranno la popolazione infestante.

Gli insetti saranno forniti, a titolo gratuito, da Bioplanet di Cesena. All’attività è abbinato un monitoraggio sull’effettiva efficacia dei trattamenti durante tutto l’anno, al fine di validare un sistema di contenimento che, se si rivelerà adeguato, permetterà di affrontare le future infestazioni senza danni per le persone e l’ambiente.