Un gioco da professionisti

Aiju, Instituto tecnológico de producto infantil y ocio, è una società spagnola che si occupa di affiancare le aziende del settore dei giocattoli nello sviluppo e nell’innovazione dei loro prodotti

di MARCO PIETROSANTE

Aiju, Instituto tecnológico de producto infantil y ocio, è una società spagnola che si occupa di affiancare le aziende del settore dei giocattoli nello sviluppo e nell’innovazione dei loro prodotti. Non solo in termini tipologici e tecnologici ma anche negli aspetti percettivi, psicologici, educativi e sociali. L’obiettivo che cerca di perseguire riguarda l’ottimizzazione del processo produttivo in tutte le sue fasi, prestando particolare attenzione ai valori dell’ecologia e della sostenibilità in generale.
Accanto al suggerimento delle procedure per rispettare le norme di qualità e sicurezza, mantenendo la fattibilità economica, la società elabora strategie e tecnologie per ridurre l’uso di materiali e delle lavorazioni, per prevenire il cambiamento climatico, per attuare e semplificare il corretto smaltimento dei giocattoli, tipicamente composti di multimateriali, spesso elettronici.
Altri settori di ricerca di Aiju riguardano l’analisi della tossicità degli additivi aromatici presenti nelle plastiche, la migrazione chimica nei prodotti a contatto col cibo, l’ottimizzazione delle batterie al litio. Infine, la società sta sviluppando una piattaforma per favorire il reintegro dei ragazzi marginali attraverso il gioco. Tutto ciò grazie alla collaborazione con più di settanta professionisti: tecnici, psicologici, tecnologi, designers. l