venerdì, Ottobre 23, 2020

Un cambio di paradigma

immagine di persone che stanno lavorando in una serra

L’agroecologia rappresenta il nuovo paradigma di riferimento per garantire, allo stesso tempo, sicurezza, sostenibilità e sovranità alimentare nei territori. È il messaggio lanciato dal presidente nazionale della Confederazione italiana agricoltori (Cia), Dino Scanavino, al Simposio internazionale sul tema organizzato dalla Fao.

“Bisogna promuovere sistemi di produzione agroalimentare integrati – ha detto Scanavino – che sappiano coniugare produttività per rispondere alle esigenze alimentari del pianeta, sostenibilità per la salvaguardia del capitale naturale e competitività per assicurare reddito e dignità agli agricoltori. Per fare questo – ha continuato – serve organizzazione di filiera, legame con il territorio, innovazione implementando tecnologie biologiche, informatiche e robotiche per ridurre costi e uso degli agrofarmaci”.

Nell’ambito dello sviluppo dell’agroecologia, la Cia è impegnata nella tutela dell’ambiente, nella manutenzione del suolo e delle acque irrigue e nella valorizzazione dei servizi ecosistemici dell’agricoltura. E proprio in questa direzione – insieme a Legambiente, Ispra, Crea e a numerose amministrazioni pubbliche locali – ha presentato il progetto “Life4Soil” per promuovere su tutto il territorio nazionale le linee guida per la gestione sostenibile del suolo della Fao.

“Vogliamo coinvolgere almeno cinquemila imprese agricole nell’adottare protocolli corretti e innovativi di gestione sostenibile dei suoli – ha concluso Dino Scanavino – per contrastare non solo impermeabilizzazione e abbandono, ma migliorare la loro qualità riducendo inquinamento, perdita di biodiversità, compattazione e salinizzazione ed erosione superficiale”.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Ciclo-Via Appenninica: 2 milioni di euro per la cartellonistica dell’itinerario

L'Appennino Bike Tour sarà inaugurato entro il 2021: un percorso in bici ben segnalato che unirà la Liguria alla Sicilia, valorizzando borghi, cultura e paesaggi italiani

Giappone, obiettivo emissioni zero entro il 2050

Lo annuncia il Primo Ministro Yoshihide Suga. Pressioni sulle aziende inquinanti, ora il futuro del Paese è in mano alle rinnovabili

Riforma Pac: un’ecotruffa scoraggiante firmata Ue

Il Parlamento Europeo e il Consiglio AgriFish con le loro posizioni sulla riforma della Politica Agricola Comune (PAC) hanno decretato una battuta di arresto del percorso di attuazione del Green Deal europeo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
20,879FollowersFollow

Gli ultimi articoli

Ciclo-Via Appenninica: 2 milioni di euro per la cartellonistica dell’itinerario

L'Appennino Bike Tour sarà inaugurato entro il 2021: un percorso in bici ben segnalato che unirà la Liguria alla Sicilia, valorizzando borghi, cultura e paesaggi italiani

Giappone, obiettivo emissioni zero entro il 2050

Lo annuncia il Primo Ministro Yoshihide Suga. Pressioni sulle aziende inquinanti, ora il futuro del Paese è in mano alle rinnovabili

Riforma Pac: un’ecotruffa scoraggiante firmata Ue

Il Parlamento Europeo e il Consiglio AgriFish con le loro posizioni sulla riforma della Politica Agricola Comune (PAC) hanno decretato una battuta di arresto del percorso di attuazione del Green Deal europeo.

In Italia 598 Comuni rifiuti free, in crescita quelli del Sud

Legambiente premia i Comuni Ricicloni 2020. Il Nord Est guida la graduatoria grazie a porta a porta e tariffazione puntuale, con Veneto e Trentino Alto Adige le regioni più virtuose. In risalita il Meridione, mentre resta stabile l'andamento del Centro. I risultati dell'indagine

Recovery plan, “Un investimento per il futuro dei nostri figli”

Il sottosegretario del ministero dell’Ambiente Roberto Morassut indica la direzione prevista per i fondi in arrivo dalla Commissione europea. Tra le priorità gli impianti per la rigenerazione dei rifiuti, una maggiore applicazione del Gpp e l’emanazione di nuovi decreti End of waste