L’Ue punta sul gas: pioggia di critiche dai Verdi

I Ministri dell’Energia dell’UE hanno sottoscritto una dichiarazione che promuove una non ben definita “infrastruttura intelligente del gas” che lascia dubbi e preoccupazioni

L'ue Punta Sul Gas

Il gas naturale di origine fossile non ha “alcun futuro” in Europa, avvertono i Verdi europei. Ma i ministri dell’Energia dell’UE hanno sottoscritto una dichiarazione che promuove una “infrastruttura intelligente del gas” come parte di un mix energetico a basse emissioni per il 2050.

I Verdi hanno denunciato questi piani, sostenendo che entrano in “contraddizione frontale” con gli impegni europei in materia di cambiamenti climatici previsti dall’accordo di Parigi.

“I cosiddetti” gas a carbonio quasi zero “o” gas sostenibili “non sono ben definiti e troppo spesso utilizzati come pretesto per continuare a finanziare le infrastrutture del gas che perpetueranno il blocco del carbonio”, ha dichiarato Florent Marcellesi, un membro verde di il Parlamento europeo.

Il sostegno dell’UE “dovrebbe essere limitato a forme di gas rinnovabili, efficienti e sostenibili”, affermano i Verdi, sottolineando che i gas rinnovabili hanno diverse efficienze e impatti del ciclo di vita, che “devono essere classificati e misurati”.