sabato 4 Dicembre 2021

Acquista

Login

Registrati

Turismo sostenibile, investimenti da un milione di euro per la cooperativa Fairbnb

Grazie al supporto assicurato da Fondo Sviluppo, SEFEA Impact e Coopfond. Prenotando un alloggio su Fairbnb.coop chi viaggia ora avrà l’opportunità di contribuire alla campagna di crowdfunding “Alleva la speranza +”

Con l’Assemblea Generale della cooperativa Fair Bnb Network si aggiunge un ulteriore tassello alla campagna di fundraising lanciata da fairbnb.coop un anno fa, proprio nel periodo in cui la pandemia travolgeva il mercato del turismo: grazie al supporto assicurato da Fondo Sviluppo, SEFEA Impact e Coopfond, gli investimenti per lo sviluppo e la crescita della piattaforma digitale di prenotazione salgono a ben 1 milione di euro.

Con la presentazione dei piani operativi per il futuro, si è chiuso per la cooperativa FairBnb Network un intenso week end di condivisione, iniziato venerdì 15 ottobre con l’Assemblea Generale. Durante tre giorni di dibattiti e workshop,  i membri provenienti da oltre 10 diversi Paesi europei hanno partecipato e contribuito a una riflessione collettiva su come far entrare in azione i principi cooperativi lungo il percorso verso la costruzione di comunità attive e sostenibili. Per Fairbnb.coop la strada si è presentata subito in discesa, con la ratifica dell’ingresso in società di importanti investitori istituzionali che, aggiungendosi al primo grande investitore istituzionale CFI e ad altri investitori Europei tra cui i polacchi di Leonardo, assicurano risorse essenziali per la crescita e l’ingresso in nuovi mercati: ammontano a un milione di euro gli investimenti raccolti dal progetto fairbnb.coop in appena 12 mesi.

Nuovi soci per la cooperativa Fair Bnb Network

Entrano così nella compagine di Fair Bnb Network Società Cooperativa sia Coopfond, il fondo mutualistico natonel 1993 grazie al contributo di oltre 2.300 cooperative aderenti a Legacoop con l’obiettivo di estendere e rafforzare la presenza cooperativa in Italia, che FondoSviluppo, il fondo mutualistico di Confcooperative indirizzato alla promozione di iniziative di sviluppo della cooperazione, con particolare attenzione ai programmi diretti all’innovazione tecnologica. Grande testimonianza di fiducia e concreto supporto finanziario sono arrivati anche da parte di SEFEA Impact, società di gestione del risparmio nata con gli obiettivi di diffondere una finanza etica e d’impatto e di generare cambiamenti positivi nelle condizioni di benessere delle comunità, seguendo criteri come la sostenibilità ambientale, l’impatto sociale, la cooperazione, la partecipazione e la trasparenza. Il progetto Fairbnb.coop è ora più solido, e non soltanto per quanto riguarda i capitali finanziari. Lo è ancora di più dal punto di vista dello spirito di squadra e dell’umanità, veri cardini per un’iniziativa che ha a cuore e come motorila cooperazione e le comunità. Ai momenti di incontro nei locali dell’ex chiesa Sympò a Bologna hanno partecipato in presenza oltre 40 soci, lavoratori e rappresentanti dei Nodi Locali della piattaforma, provenienti da Portogallo, Spagna, Francia, Belgio, Polonia, Austria, Slovenia e Croazia, oltre che da varie regioni d’Italia. A questi si sono aggiunti altri membri collegati in remoto da ancora altri Paesi europei.

Sostenibilità e trasparenza, volani del cambiamento

Con questi capitali e queste persone, sarà possibile dispiegare tutto il potenziale, riconosciuto anche dalla Commissione Europea, e favorire la crescita di un’economia sociale che persegua efficacemente la sostenibilità: il modello di Turismo Alimentato dalle Comunità (Community Powered Tourism) di Fairbnb.coop può rappresentare un cambiamento sistemico nell’economia del settore turistico, estendendone i benefici alle intere comunità ospitanti ed evitando che l’indubbio valore aggiunto che esso apporta venga estratto da pochi colossi economici. Perché Fairbnb.coop è sostenibile?
– Perché dona il 50% delle proprie commissioni ai progetti delle comunità locali
– Perché è a iscrizione gratuita e accetta soltanto host regolarmente registrati
– Perché è una piattaforma cooperativa di booking con sede fiscale in Italia
– Perché con Fairbnb.coop la maggior parte del valore resta sul territorio.
Fairbnb.coop, come altre piattaforme di booking, applica una commissione su ogni prenotazione, pari al 15%. Si differenzia però dalle altre piattaforme per come questa commissione viene utilizzata: metà è usata per coprire le spese di gestione, mentre l’altro 50% è destinato al finanziamento di progetti sociali nella comunità di destinazione del viaggio. In questo modo, Fairbnb.coop offre ai viaggiatori l’opportunità di partecipare a un modello di turismo più sostenibile ed equo, e ai progetti sociali nei territori di beneficiare del crowdfunding. Il modello di turismo di Fairbnb.coop è sostenibile non soltanto perché la maggior parte del valore rimane sul territorio, ma anche perché è una piattaforma cooperativa e trasparente. In attesa che le istituzioni europee e locali riescano ad avere la meglio sull’attività di lobbying dei colossi del turismo, fairbnb.coop promuove un meccanismo di autoregolamentazione nel settore degli affitti brevi turistici che mira a creare un equilibrio, se non addirittura uno scambio positivo, tra viaggiatori e comunità locali.

Il turismo rigenerativo di Fairbnb.coop messo in pratica

Già attiva in numerose città e regioni d’Italia come Roma, Firenze, Bologna, Venezia e in Liguria, dove sostiene progetti in favore dei soggetti più vulnerabili, della residenzialità, dello sviluppo sostenibile e del turismo accessibile, fairbnb.coop ha da poco avviato una partnership con Legambiente grazie alla quale ha esteso la sua operatività in tutta Italia. Chi viaggia nel nostro Paese, prenotando un alloggio su fairbnb.coop avrà l’opportunità di contribuire alla campagna di crowdfunding “Alleva la speranza +”lanciata da Legambiente insieme a Enel, attraverso la piattaforma www.planbee.bz, per sostenere diverse attività agricole e di allevamento a conduzione familiare e piccole realtà ricettive nelle aree appenniniche dell’Italia Centrale, dopo i terribili terremoti registratisi tra l’estate del 2016 e l’inverno del 2017 e l’emergenza Covid-19.
Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Anna Giordano è l’ambientalista dell’anno 2021

La “signora dei falchi” vince la consultazione online e riceve il riconoscimento promosso da Legambiente e Nuova Ecologia intitolato a Luisa Minazzi giunto alla sua quindicesima edizione

EcoForum Veneto

Dalle 9.15 la diretta di EcoForum Veneto

Rinnovabili, nel 2026 saranno il 95% delle nuove fonti energetiche installatate

Lo prevede il nuovo rapporto dell'Iea, l'Agenzia internazionale dell'energia. Oltre la metà di questa energia verde sarà coperta dal fotovoltaico. E già il 2021 si chiuderà con un record con 290 gigawatt di nuova potenza installata

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Primo Festival nazionale del riuso: incontri, laboratori e spettacoli

Dall'8 all'11 dicembre a Torino, un'occasione per approfondire i tanti aspetti di un tassello chiave per l'economia circolare

Transizione ecologica, con rinnovabili ed efficienza energetica 1,1 miliardi di risparmio in bolletta

I dati presentati al Forum QualEnergia 2021. Al 2030 previsti 170 mila nuovi posti di lavoro e 150 miliardi di investimenti. Legambiente: "Troppi ritardi ed ostacoli, serve un cambio di passo". Streaming del Forum l'1 e 2 dicembre sui siti dedicati / SCARICA LO STUDIO ELEMENS

FORUM QUALENERGIA 2021. LA DIRETTA

Dalle 10 in diretta streaming i lavori della prima giornata del Forum: “Le opportunità economiche tra PNRR e transizione energetica”

Forum QualEnergia 2021, appuntamento a Roma l’1 e 2 dicembre

A Roma Eventi in Piazza di Spagna due giornate di confronto e dibattito su "Le opportunità economiche tra PNRR e transizione energetica". Il programma dei lavori

Biologico, Coldiretti e Legambiente: “Approvare subito la legge alla Camera dei deputati”

Appello delle associazioni per portare a termine celermente l’iter di approvazione della norma, approvata dal Senato con un solo voto contrario e ancora ferma alla Camera
Ridimensiona font
Contrasto