Trump smantella le norme ambientali di Obama

Le ultime riforme presentate sono: una proposta di legge che apre alla costruzione di centrali elettriche alimentate a carbone di nuova generazione; e un’altra che, invece, apre alle esplorazioni petrolifere nelle aree protette

carbone

Trump sta smantellando le norme ambientali approvate durante la presidenza di Barack Obama. Le ultime riforme presentate sono: una proposta di legge che apre alla costruzione di centrali elettriche alimentate a carbone di nuova generazione; e un’altra che, invece, apre alle esplorazioni petrolifere nelle aree protette. Proposte di legge decise dalla Casa Bianca nelle settimane in cui in Polonia i leader mondiali discutevano dei cambiamenti climatici alla Conferenza Onu sul clima e sulle politiche possibili per combattere il riscaldamento globale. Il Dipartimento agli Interni ha proposto un piano per sviluppare le ricerche petrolifere e minerarie nell’Ovest, aprendo di fatto le esplorazioni alle major energetiche in centinaia di migliaia di acri di verde protetto e incontaminato in stati come Colorado e Utah. Il disegno di legge mette da parte la normativa approvata dall’amministrazione Obama nel 2015 per la protezione degli habitat e delle specie animali.

Oltre a questo provvedimento, negli stessi giorni, l’Epa ha proposto un piano per lo sviluppo di nuove centrali a carbone. Il numero uno dell’Epa Andrew Wheeler, ex lobbista del settore, ha spiegato che il provvedimento vuole «incoraggiare gli investimenti nelle centrali pulite a carbone», ricordando che gli Usa sono grandi esportatori di carbone nel mondo.