Trump blocca i finanziamenti all’Oms: “Gestione sbagliata della pandemia”

L’Oms è accusata di essere troppo filo-cinese, di aver gestito male la pandemia e di aver insabbiato i primi dati relativi alla diffusione del virus /Coronavirus, gli Usa sospendono l’applicazione delle leggi ambientali

Gli Stati Uniti hanno registrato 2375 morti per Coronavirus in sole 24 ore.  Secondo gli ultimi dati della John Hopkins University, il numero dei decessi negli Usa arriva a 26.056, mentre i casi confermati sono 609.442. Con questi numeri, gli Usa si confermano il Paese con il maggior numero di contagiati e di vittime. Il governatore Andrew Cuomo fa sapere che lo stato più  colpito è quello di New York, con 10.834 decessi.

In questa situazione di grave crisi, il Presidente Donald Trump ha annunciato lo stop dei finanziamenti all’Organizzazione mondiale della sanità, una quota che normalmente si aggira intorno ai 400-500 milioni di dollari. “Ho dato ordine alla mia amministrazione di sospendere il finanziamento in attesa di chiarire il ruolo dell’Organizzazione nella cattiva gestione della pandemia e nell’insabbiamento di notizie sulla diffusione del Coronavirus” ha spiegato nel corso della conferenza sul Covid-19. “Se l’Oms avesse fatto subito il suo dovere, mandando i propri esperti in Cina a valutare oggettivamente la situazione e denunciando la mancanza di trasparenza da parte della Cina, sarebbe stato possibile contenere l’epidemia, e ci sarebbero stati di sicuro molti meno morti” ha aggiunto. “Non conosco personalmente il direttore dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ma è stato molto ingiusto con gli Usa”, ha aggiunto Trump, riferendosi alle critiche che l’Oms aveva fatto al governo statunitense quando aveva deciso di vietare l’ingresso dei viaggiatori provenienti dalla Cina.

Polemica la risposta del Democratic National Committe: “Nel mezzo di una pandemia globale, Trump vuole fermare i finanziamenti all’Organizzazione incaricata di combattere le pandemie. Trump è pronto a mettere a rischio la salute per cercare di scaricare la colpa dei suoi fallimenti su altri”. Anche il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, ha mosso la sua critica a questa deicisione: “Non è il momento di tagliare le risorse all’Organizzazione mondiale della sanità. La pandemia di Covid-19 è una delle più pericolose che il mondo abbia mai affrontato, e l’Oms è in prima linea per aiutare soprattutto i più deboli”.

Globalmente, i casi di Coronavirus sono saliti a quota 2.000.743, mentre il numero dei decessi è salito a 126.776 e quello delle persone guarite a 484.781.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

SOSTIENI IL MENSILE