lunedì 18 Gennaio 2021

Trivelle, moratoria di 18 mesi. Costa: “È solo il punto di partenza”

L'immagine di un impianto di perforazione off shore

L’accordo sulle trivelle raggiunto ieri per sbloccare l’impasse al Senato sull’approvazione del dl semplificazioni, è stato commentato positivamente dal ministro dell’Ambiente Sergio Costa. “L’accordo va bene ma solo se serve per cambiare rotta”, ha dichiarato il ministro in un’intervista al Fatto Quotidiano ribadendo che “il governo non può ignorare l’ambiente “

“La mediazione raggiunta consente una moratoria di 18 mesi rispetto alle nuove prospezioni – ha poi specificato il ministro -. Bene. Per me, però, è solo il punto di partenza: in questi 18 mesi si dovrà modificare l’articolo 38 dello Sblocca Italia che definisce le trivellazioni strategiche. Va invertito il paradigma: vanno velocizzate e rese facilmente autorizzabili le rinnovabili. Questa moratoria deve essere al servizio di un punto d’arrivo altrimenti è tempo perso”.

“Ci sono 70-75 piattaforme in mare – ha ricordato Costa – Quando arriva il loro fine vita? Chi le smonta, quando, come? Abbiamo poi 450 pozzi solo. E va trovata una soluzione al fatto che finora il 93 per cento del profitto è andato fuori dall’Italia”.

“Molti grandi economisti affermano che per ogni posto di lavoro perso nel fossile, a parità di spesa, se ne potrebbero creare 10 nelle energie rinnovabili. Si perdono 20 mila posti? Ce ne saranno 200mila nuovi – ha concluso il ministro -. E, anche se così non fosse, quelle 20mila persone non saranno lasciate senza lavoro, nessuno deve rimanere indietro, si apriranno tavoli di concertazione al Mise e al Lavoro”.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Focus 2 ruote, presentazione del report 2021

Appuntamento lunedì 18 gennaio alle ore 11.00 sul sito de La nuova ecologia e su ancma.it

Mobilità sostenibile, l’Italia investe ancora troppo in combustibili fossili

I dati del nuovo studio di Transport & Environment. Dei bus immatricolati nel 2019, solo il 5,4% è a zero emissioni. Legambiente: "Serve un cambio di passo"

Sorrento, trovata morta la balenottera arenata ieri nel porto

Il corpo era a circa 12 metri di profondità. Ultimi aggiornamenti indicano che l'animale sul fondo sarebbe più grande di quello visto ieri sera

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Focus 2 ruote, presentazione del report 2021

Appuntamento lunedì 18 gennaio alle ore 11.00 sul sito de La nuova ecologia e su ancma.it

Mobilità sostenibile, l’Italia investe ancora troppo in combustibili fossili

I dati del nuovo studio di Transport & Environment. Dei bus immatricolati nel 2019, solo il 5,4% è a zero emissioni. Legambiente: "Serve un cambio di passo"

Sorrento, trovata morta la balenottera arenata ieri nel porto

Il corpo era a circa 12 metri di profondità. Ultimi aggiornamenti indicano che l'animale sul fondo sarebbe più grande di quello visto ieri sera

La campagna “Alleva la speranza” al fianco di chi non abbandona le terre del terremoto

Riparte “Alleva la speranza +”, la campagna promossa da Legambiente ed Enel per sostenere le realtà colpite da terremoto e pandemia. Che per ricominciare puntano su turismo di prossimità, natura e storia

Riscaldamento degli oceani, il 2020 è l’anno record

Ciascuno degli ultimi nove decenni è stato più caldo del precedente, mentre il Mediterraneo è il bacino che mostra il tasso di riscaldamento maggiore / Clima, 2020 l'anno più caldo per l'Europa / L’ecologismo è una forma di umanesimo. L'intervista a Telmo Pievani