sabato 4 Dicembre 2021

Acquista

Login

Registrati

Lo studio: “Total ha costruito una fabbrica dell’ignoranza per negare la crisi climatica”

Secondo una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica Global Environmental Change la major petrolifera conosceva già dal 1971 l’impatto “potenzialmente catastrofico” che le sue attività avrebbero avuto sul clima. Ma ha continuato a lavorare diffondendo notizie false

La major petrolifera Total era consapevole dell’impatto “potenzialmente catastrofico” che le sue attività avrebbero avuto sul clima e sull’atmosfera già nel 1971, cioè ben prima che il grande pubblico prendesse coscienza dell’argomento. È quanto emerge da un articolo pubblicato oggi sulla rivista scientifica Global Environmental Change e riportato dal quotidiano francese Le Monde. Pur consapevole del forte rischio di riscaldamento globale poi, l’azienda si sarebbe comunque impegnata, per molti anni, a seminare dubbi sulla veridicità del cambiamento climatico cercando di contrastare gli sforzi per limitare il ricorso alle sue energie fossili.

Per la pubblicazione dell’indagine, la più complessa sull’argomento, Christophe Bonneuil, direttore di ricerca al Centre national de la recherche scientifique (CNRS), Pierre-Louis Choquet, sociologo alla Sciences Po di Parigi, e Benjamin Franta, storico dell’Università di Stanford, hanno analizzato i rapporti interni e i documenti di archivio del gruppo petrolifero TotalEnergies, oltre a quelli di diversi ministeri (industria, ambiente, affari esteri). Hanno condotto anche interviste con dirigenti di Total e Elf, alti funzionari, climatologi o economisti.

L’analisi esamina cinquant’anni di azioni di Total e di Elf; secondo gli autori tra il 1968 e il 2021, la società è passata dalla consapevolezza alla negazione, poi all’attacco aperto al consenso scientifico e, successivamente, alla deviazione volontaria e al contrasto nella lotta al cambiamento climatico. Una prassi definita da Le Monde una “fabbrica dell’ignoranza consapevole” per negare la crisi climatica.

In un articolo della rivista di Total infatti, risalente al 1971, si spiegava già che la combustione di energie fossili porta “alla liberazione di quantità enormi di gas carbonico” e a un aumento della quantità di gas nell’atmosfera. Un aumento definito “piuttosto preoccupante” ma tenuto segreto e poi nascosto negli anni successivi.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

ABBONATI AL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Anna Giordano è l’ambientalista dell’anno 2021

La “signora dei falchi” vince la consultazione online e riceve il riconoscimento promosso da Legambiente e Nuova Ecologia intitolato a Luisa Minazzi giunto alla sua quindicesima edizione

EcoForum Veneto

Dalle 9.15 la diretta di EcoForum Veneto

Rinnovabili, nel 2026 saranno il 95% delle nuove fonti energetiche installatate

Lo prevede il nuovo rapporto dell'Iea, l'Agenzia internazionale dell'energia. Oltre la metà di questa energia verde sarà coperta dal fotovoltaico. E già il 2021 si chiuderà con un record con 290 gigawatt di nuova potenza installata

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Primo Festival nazionale del riuso: incontri, laboratori e spettacoli

Dall'8 all'11 dicembre a Torino, un'occasione per approfondire i tanti aspetti di un tassello chiave per l'economia circolare

Transizione ecologica, con rinnovabili ed efficienza energetica 1,1 miliardi di risparmio in bolletta

I dati presentati al Forum QualEnergia 2021. Al 2030 previsti 170 mila nuovi posti di lavoro e 150 miliardi di investimenti. Legambiente: "Troppi ritardi ed ostacoli, serve un cambio di passo". Streaming del Forum l'1 e 2 dicembre sui siti dedicati / SCARICA LO STUDIO ELEMENS

FORUM QUALENERGIA 2021. LA DIRETTA

Dalle 10 in diretta streaming i lavori della prima giornata del Forum: “Le opportunità economiche tra PNRR e transizione energetica”

Forum QualEnergia 2021, appuntamento a Roma l’1 e 2 dicembre

A Roma Eventi in Piazza di Spagna due giornate di confronto e dibattito su "Le opportunità economiche tra PNRR e transizione energetica". Il programma dei lavori

Biologico, Coldiretti e Legambiente: “Approvare subito la legge alla Camera dei deputati”

Appello delle associazioni per portare a termine celermente l’iter di approvazione della norma, approvata dal Senato con un solo voto contrario e ancora ferma alla Camera
Ridimensiona font
Contrasto