Terra dei Fuochi, Carabinieri del Noe di Caserta interrompono rogo di rifiuti

Il titolare della ditta è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria per “combustione illecita di rifiuti” / Terra dei fuochi: un’altra zona agricola trasformata in discarica

ecoreati

“Ci tengo a ringraziare i Carabinieri del Noe (Nucleo operativo ecologico) di Caserta per la loro attività di presidio del quadrante territoriale di loro competenza e per aver intensificato gli sforzi anche in questo momento di emergenza sanitaria che stiamo attraversando. Ogni azione in contrasto ai roghi di rifiuti è fondamentale. Dal canto nostro stiamo lavorando ogni giorno per combattere questi ecocriminali: un’attività che intensificheremo sempre di più”.

Così il ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha commentato la notizia del titolare di un’azienda di trasporto, operante nel comune di Casagiove (Caserta), sorpreso dagli uomini del Noe intento a distruggere per incenerimento un cumulo di rifiuti speciali. In particolare i Carabinieri, avendo notato una coltre di fumo nero, hanno effettuato l’accesso in un piazzale adibito a sosta di automezzi, dove stava bruciando un cumulo di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi costituiti da pneumatici fuori uso, imballaggi in plastica, schede RAEE, teloni in plastica e sfalci di potatura.

Il titolare della ditta è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria per “combustione illecita di rifiuti”.
Questo risultato è frutto dell’incessante azione in contrasto dei reati ambientali e in particolare al fenomeno dell’illecita combustione di rifiuti predisposta dal Comando Carabinieri per la Tutela Ambientale.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

SOSTIENI IL MENSILE