lunedì 18 Gennaio 2021
Home Tags Dissesto idrogeologico

Tag: dissesto idrogeologico

Basilicata fragile

Un territorio storicamente colpito da eventi calamitosi. E molti comuni a rischio di abbandono. Il quadro di una regione che deve puntare tutto sulla prevenzione

La bancarotta dell’emergenza

Dalla Banca d’Italia al Cresme. Ecco le stime dei costi per la mancanza di prevenzione. Danni per 290 miliardi dal 1944 a oggi

Maltempo, nel Reggiano evacuazione di 1.000 persone

Anche nel Parmense è massima allerta per i fiumi. Resta l'allerta rossa anche in Liguria e Toscana
ICONA_recensioni ITALIA INSICURA. La nostra copertina di novembre

Italia insicura

Quasi raddoppiate in dieci anni le aree a rischio idrogeologico. Colpa anche dei cambiamenti climatici, che moltiplicano alluvioni e frane. Mentre le zone più esposte ai terremoti continuano a essere ignorate. Radiografia di un Paese fragile. E trascurato
ICONA_recensioni Legambiente presenta Ecosistema rischio 2017
ICONA_recensioni Cure fragili di F. LOIACONO ICONA_recensioni Intervista a Borrelli (Protezione Civile) di E. Galgani

Rischio idrogeologico: Italia sempre più fragile

Legambiente presenta Ecosistema rischio 2017. Monitoraggio sulle attività nelle amministrazioni comunali per la mitigazione del rischio idrogeologico. Nel 70% dei comuni intervistati si trovano abitazioni in aree a rischio, nel 27% interi quartieri e nel 15% scuole e ospedali. E si continuano a cementificare i letti dei fiumi. “Fondamentale investire sulla prevenzione"
ICONA_link_interno SCARICA IL DOSSIER

Italia insicura

Sul numero di novembre di Nuova Ecologia la fotografia di un Paese dove un numero sempre crescente di italiani vive in aree a rischio idrogeologico. Intervista esclusiva ad Angelo Borrelli, nuovo capo della Protezione civile. E poi ancora: inchiesta sulle Neew breeding: le biotecnologie di nuova generazione  che dividono l’Europa e uno speciale sull’economia circolare in vista di Ecomondo
ICONA_documenti LEGGI IL NUMERO DI NOVEMBRE

Alluvione, si contano i danni

Oltre un miliardi di danni in Piemonte, Liguria e Sicilia. Agricoltura duramente colpita. Ducento sfollati a Genova per frana che minaccia alcuni palazzi
ICONA_recensioni Un disastro annunciato

ICONA_link_interno La coalizione People4soil scrive a Renzi
ICONA_link_interno La denuncia di Legambiente Piemonte

Alluvione Piemonte, disastro annunciato

Secondo i dati di Legambiente nella regione sono 1.131 su 1.206 i comuni con aree a rischio frana o alluvione, pari al 93% del totale. Rossella Muroni:"L'avvio di una politica di prevenzione complessiva stenta a decollare. Il tema della fragilità del territorio della nostra Penisola deve diventare centrale"
ICONA_link_interno La coalizione People4soil scrive a Renzi
ICONA_link_interno La denuncia di Legambiente Piemonte

SEGUICI SUI SOCIAL

16,645FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

GLI ULTIMI ARTICOLI

Focus 2 ruote, presentazione del report 2021

Appuntamento lunedì 18 gennaio alle ore 11.00 sul sito de La nuova ecologia e su ancma.it

Mobilità sostenibile, l’Italia investe ancora troppo in combustibili fossili

I dati del nuovo studio di Transport & Environment. Dei bus immatricolati nel 2019, solo il 5,4% è a zero emissioni. Legambiente: "Serve un cambio di passo"

Sorrento, trovata morta la balenottera arenata ieri nel porto

Il corpo era a circa 12 metri di profondità. Ultimi aggiornamenti indicano che l'animale sul fondo sarebbe più grande di quello visto ieri sera

Agricoltura, approvata la legge sul biologico in commissione Senato

La commissione Agricoltura del Senato ha approvato il disegno di legge per l’agricoltura con il metodo biologico. Tra le novità il marchio bio italiano e un tavolo tecnico al Ministero. In Italia 80mila operatori e 2 milioni di ettari coltivati pari al 15,8% della superficie agricola utilizzabile

La campagna “Alleva la speranza” al fianco di chi non abbandona le terre del terremoto

Riparte “Alleva la speranza +”, la campagna promossa da Legambiente ed Enel per sostenere le realtà colpite da terremoto e pandemia. Che per ricominciare puntano su turismo di prossimità, natura e storia