Summit Onu clima: 66 Paesi promettono zero emissioni entro il 2050

“L’emergenza climatica è una gara che stiamo perdendo, ma possiamo vincerla”ha detto il segretario generale Guterres. Donald Trump, ha fatto la sua apparizione a sorpresa al vertice Greta striglia l’Onu sul clima: il suo discorso/ Summit Onu: l’assenza pesante delle potenze che inquinano/ Oggi si apre il vertice Onu sul clima: Trump lo boicotta /Striscione al Colosseo dei Fridays foro future / Il 20 settembre in piazza 4 milioni di persone per il clima / Su facebook tutti gli eventi della Climate action week di Roma

Assemblea Onu

Durante il summit Onu sul clima sessantasei Paesi hanno espresso l’intenzione di raggiungere un’economia a zero emissioni entro il 2050.  “Sessantasei governi, 10 regioni, 102 città, 93 aziende e 12 investitori si sono impegnati nel raggiungere le zero emissioni nette di CO2 entro il 2050 – si legge in un comunicato del segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres – L’emergenza climatica è una gara che stiamo perdendo, ma possiamo vincerla”.

Tra gli altri annunci: 68 paesi si sono impegnati a rivedere formalmente verso l’alto i loro piani climatici entro il 2020, quando i 195 firmatari dell’accordo di Parigi dovrebbero presentare nuovi impegni. Inoltre, 30 paesi stanno ora aderendo ad un’alleanza che promette di fermare la costruzione di centrali a carbone dal 2020.

Non era atteso ma il presidente Usa Donald Trump ha fatto la sua apparizione a sorpresa al vertice sul clima. L’inquilino della Casa Bianca ha preso posto accanto al vice presidente Mike Pence e all’ambasciatore Usa all’Onu.

Greta Thunberg, dopo il suo intervento in cui ha accusato i leader del mondo di non fare sforzi adeguati contro i cambiamenti climatici, ha gelato con lo sguardo il presidente americano Donald Trump al suo ingresso al Palazzo di Vetro durante il summit Onu sul clima. Poco dopo arriva anche il sarcastico commento del presidente degli Stati Uniti su twitter: “Sembra una ragazza molto felice”.