venerdì 22 Ottobre 2021

Acquista

Login

Registrati

Stati Uniti, nel 2020 record di catastrofi naturali

Sono state 22, hanno provocato 262 morti e danni pari a 95 miliardi di dollari. Lo rivela un report dell’agenzia federale National Oceanic and Atmospheric Administration. Sempre più chiari gli effetti dei cambiamenti climatici

Nel 2020 negli Stati Uniti è stato registrato un numero record di catastrofi naturali dovute alle condizioni meteorologiche e climatiche sempre più avverse. In totale gli eventi sono stati 22, concentrati tanto lungo la costa occidentale quanto lungo quella orientale del Paese, e hanno provocato 262 morti e danni pari a 95 miliardi di dollari. La parte ovest è stata colpita soprattutto da incendi, a est si è verificata una serie serrata di uragani, mentre ondate di caldo estremo si sono verificate in tutto il territorio nazionale.

California lo stato più colpito

Il quadro è stato delineato in un rapporto del National Oceanic and Atmospheric Administration (Noaa), agenzia federale degli Stati Uniti secondo cui ognuna delle 22 catastrofi naturali verificatesi nel 2020 ha causato almeno 1 miliardo di dollari di danni, sei in più rispetto al record che era stato precedentemente stabilito negli Stati Uniti. Tra i più bersagliati la California dove ci sono stati cinque dei sei più vasti incendi della storia di questo stato. In totale sono stati ridotti in cenere 10,3 milioni di acri, un’area più grande del Maryland e ben al di sopra delle medie degli anni passati. Lungo la costa orientale, e in particolare in prossimità del Golfo del Messico, è stato segnato il record di 12 tempeste tropicali. Sette di queste hanno causato più di 1 miliardo di dollari di danni, compresi gli uragani Laura e Sally che tra agosto e settembre hanno devastato a più riprese il sud del Paese. A subire il colpo peggiore è stata la Lousiana, dove ci sono stati tre uragani e due tempeste tropicali.

Sempre più evidenti gli effetti dei cambiamenti climatici

L’agenzia federale statunitense Noaa ha inoltre rilevato che lo scorso anno è stato il quinto più caldo mai registrato negli Stati Uniti, in linea con un trend che appare ormai inarrestabile. Basti pensare che tutti i cinque anni più caldi finora registrati negli Stati Uniti si sono verificati a partire dal 2012. Il report evidenzia inoltre altre tre dinamiche significative: l’impeto delle tempeste è aumentato in parallelo al surriscaldamento dell’atmosfera e degli oceani; ci sono stati tre grandi disastri legati ai tornado; c’è stato un ‘derecho’ altamente distruttivo, ovvero linee organizzate di temporali con venti dannosi diffusi capaci di abbattere linee elettriche, danneggiare abitazioni e radere al suolo interi raccolti nel Midwest. Insomma, negli Stati Uniti gli effetti dei cambiamenti climatici si fanno sentire sempre da più vicino. Archiviata l’Amministrazione negazionista dell’ormai ex presidente Donald Trump, spetterà ora al suo successore, il democratico Joe Biden, provare concretamente a recuperare il tempo perduto nei prossimi quattro anni del suo mandato.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Rocco Bellantone
Classe 1983, nato a Reggio Calabria, cresciuto a Scilla sullo Stretto di Messina, residente a Roma. Giornalista professionista, mi occupo da anni di questioni africane e tematiche ambientali

Articoli correlati

Cop26, fuga di documenti rivela che alcuni Stati cercano di alterare il rapporto Ipcc

Sotto accusa Giappone, Australia e Arabia Saudita, ma anche Brasile e Argentina. Secondo quanto scoperto da Greenpeace Uk, pubblicato dalla Bbc, alcuni Paesi stanno tentando di migliorare il Rapporto Ipcc per negare la necessità di interventi drastici contro il cambiamento climatico

Mobilità, l’88% degli italiani usa mezzi privati, cala il trasporto pubblico, riprende la sharing mobility

Il primo sondaggio di Ipsos per l'Osservatorio sugli stili di mobilità in Italiai. Le proposte di Legambiente al Ministro Giovannini: "città 15 minuti, trasporto pubblico elettrico, abbonamenti integrati a Tpl e sharing mobility"

Borghi d’Italia, presentato in Senato un protocollo per valorizzare turismo e cultura

I principali obiettivi sono progetti di sviluppo sostenibile, coinvolgimento delle comunità e nuovi posti di lavoro. Tra le associazioni firmatarie anche Legambiente: "I territori siano centrali nella transizione ecologica e digitale e non restino al margine della scommessa del Pnrr"

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Borghi d’Italia, presentato in Senato un protocollo per valorizzare turismo e cultura

I principali obiettivi sono progetti di sviluppo sostenibile, coinvolgimento delle comunità e nuovi posti di lavoro. Tra le associazioni firmatarie anche Legambiente: "I territori siano centrali nella transizione ecologica e digitale e non restino al margine della scommessa del Pnrr"

Stadi e impianti sportivi in Italia, il 60% costruito prima del 1980

Dal mensile - In Italia ci sono circa centomila impianti sportivi, il 60% costruito prima del 1980. Riqualificarli, evitando nuovo cemento, è la tattica vincente. Per tutti

Giochi senza impatto

Dal mensile - I testimonial green prendono campo nello sport. E con “Ecoevents” anche le grandi manifestazioni diventeranno sostenibili

#EveryTrickCounts, il calcio in campo contro i cambiamenti climatici

Al via la campagna di Uefa e Commissione europea per sensibilizzare sull'importanza di piccoli gesti quotidiani per salvare il nostro pianeta dalla crisi climatica. Testimonial dello spot Luis Figo, Delphine ed Estelle Cascarino e Gianluigi Buffon / GIOCHI SENZA IMPATTO

Riciclo, in Italia raccolte 7 milioni di tonnellate di carta nel 2020

Di queste, 5 milioni sono state utilizzate nel mercato interno e le rimanenti 2 esportate. I dati del rapporto 2021 di Unirima, l’Unione nazionale imprese recupero e riciclo maceri
Ridimensiona font
Contrasto