venerdì 24 Settembre 2021

Acquista

Login

Registrati

Spuntano cartelli “proprietà privata” su spiaggia dell’Isola d’Elba

foto della spiaggia del Bagno a Marciana Marina

Numerosi marinesi e turisti hanno segnalato a Legambiente che sulla spiaggia del Bagno a Marciana Marina sul’isola d’Elba –  così amata e ben curata dai frequentatori marinesi che i volontari di Vele Spiegate l’hanno esclusa dalla loro opera di pulizia – sono ricomparsi i cartelli proprietà privata sulla corda divisoria.  

“Ci chiediamo – scrive in una nota Legambiente Arcipelago Toscano – se l’artefice di questa nuova dimostrazione di alterigia privatistica sia la stessa signora che, intervenendo qualche settimana fa a una manifestazione a Marciana Marina sollecitava gli esponenti nazionali di Legambiente presenti a chiedere norme e pene più dure per chi crede che il mare e le coste non siano un bene comune da difendere e rispettare. Se così fosse la informiamo che anche la spiaggia del Bagno, il sentiero di accesso, la battigia, le onde e i ciottoli che l’hanno formata sono un bene comune, un patrimonio pubblico, l’eredità della storia e della natura di marinesi e dei turisti che frequentano questa perla preziosa della natura. Non bastano i soldi per comprarla e chi i soldi ce li ha dovrebbe capirne il grande valore comune, soprattutto se professa aneliti ambientalisti e chiede che si impedisca che interessi privati deturpino e precludano mari e coste. Come abbiamo già detto in passato: quei ridicoli e offensivi cartelli vanno tolti perché le spiagge non si comprano e soprattutto non si compra il diritto di impedire di utilizzarle.  E anche gli amministratori comunali elbani farebbero bene a riflette su cosa ha portato la loro smania di privatizzare le spiagge, di trasformarle in privilegi ed euro un tanto al metro”.

Legambiente chiede all’amministrazione comunale di Marciana Marina di fermare questa “ridicola esibizione proprietaria di privilegio” (che se continuerà troverà una nostra risposta) e di trovare una soluzione, “anche con un esproprio per pubblica utilità, per restituire per sempre alla comunità marinese un bene che era e resta comune”.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Sessant’anni fa la prima Marcia per la pace

Dal numero di settembreEra il 24 settembre 1961 quando Aldo Capitini organizzò l'appuntamento intorno al quale è cresciuto il movimento nonviolento italiano. Il nostro speciale con le voci dei protagonisti di ieri e di oggi: "Un mondo diverso è sempre possibile"

Sisma centro Italia, il turismo sostenibile rigenera i territori

Arriva il supporto solidale dei viaggiatori e della rete di host sostenibili di Fairbnb.coop, piattaforma che devolverà metà delle proprie commissioni sui soggiorni alla campagna di crowdfunding "Alleva la speranza +" di Legambiente e Enel

Cultura, il nuovo appuntamento con la Fondazione Treccani

La cultura ci salverà? Definizione, obiettivi, strategie per elaborare un modello di futuro possibile. L'evento si terrà in diretta streaming venerdì  24 settembre alle ore 17:00 sulla pagina Facebook della Fondazione

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Sisma centro Italia, il turismo sostenibile rigenera i territori

Arriva il supporto solidale dei viaggiatori e della rete di host sostenibili di Fairbnb.coop, piattaforma che devolverà metà delle proprie commissioni sui soggiorni alla campagna di crowdfunding "Alleva la speranza +" di Legambiente e Enel

Cultura, il nuovo appuntamento con la Fondazione Treccani

La cultura ci salverà? Definizione, obiettivi, strategie per elaborare un modello di futuro possibile. L'evento si terrà in diretta streaming venerdì  24 settembre alle ore 17:00 sulla pagina Facebook della Fondazione

In Italia è boom di tartarughe marine

In queste settimane la schiusa delle uova deposte nei nidi, cui segue l'ingresso dei piccoli in mare. Legambiente stima che quest'anno siano oltre 10 mila quelli con passaporto italiano

Benessere animale, le associazioni: “Etichettatura senza modifiche tradisce i consumatori”

La certificazione volontaria che deve essere votata in Conferenza Stato-Regioni garantirebbe priorità di accesso a fondi Pac e Pnrr. Ma senza modifiche sarebbe solo l’ennesimo regalo agli allevamenti intensivi. L’allarme degli ambientalisti

“The denial”, lo spot di Fridays for Future in occasione del 24 settembre

Il prossimo sciopero globale del clima è annunciato da un video dal carattere metaforico. Negare la crisi climatica è come correre verso un muro
Ridimensiona font
Contrasto