“Solo il 57% degli italiani differenzia i rifiuti”

Nonostante il servizio sia offerto dal 98% dei Comuni, la metà dei nostri connazionali non pratica la raccolta differenziata. In Europa la media è del 65%. La denuncia di Coldiretti

Marche è tariffa puntuale

“Solo il 57% degli italiani fa la raccolta differenziata per la maggior parte dei propri rifiuti, nonostante il servizio sia offerto da quasi la totalità dei Comuni italiani (98%), che coprono il 99,5% della popolazione, secondo l’accordo Anci-Conai”. È quanto afferma Coldiretti in occasione della Giornata mondiale dell’ambiente dedicata al problema della plastica, sulla base dei dati Eurobarometro.

“Gli italiani – sottolinea Coldiretti – si pongono ben al di sotto della media dell’Unione Europea, dove il 65% dei cittadini pratica la raccolta differenziata per i rifiuti. Un comportamento che si scontra con il fatto che ben il 95% degli italiani ritiene importante proteggere l’ambiente messo a rischio, nell’ordine, dalla quantità crescente di rifiuti, dall’inquinamento atmosferico e dai cambiamenti climatici”.

In realtà, sostiene l’associazione dei coltivatori diretti, anche nel nostro Paese si assiste “ad una maggiore consapevolezza dell’importanza di adottare comportamenti più sostenibili, come dimostrano le scelte di acquisto che portano a privilegiare prodotti meno inquinanti a partire, ad esempio, dalla spesa a chilometro zero dal contadino”.