Il sole sorpassa le fonti fossili

Gli investimenti nel solare aumentano del 18% e superano quelli di carbon, gas e nucleare messi insieme. Primato del fotovoltaico anche per la nuova capacità installata nel 2017: 98 GW

foto di una distesa di pannelli solari in Arabia Saudita

Decollano gli investimenti nel solare, che superano quelli nelle fonti fossili sia per importo economico che per nuova capacità elettrica installata. Il sorpasso è certificato da un nuovo rapporto del programma Ambiente dell’Onu e da Bloomberg new energy finance.

Nel 2017, si legge nel dossier, le risorse iniettate nella realizzazione di nuovi impianti fotovoltaici sono aumentate del 18%, raggiungendo i 160,8 miliardi di dollari a livello globale, a fronte dei 103 miliardi raccolti insieme da carbone e gas naturale, e dei 42 miliardi investiti in nuovi reattori nucleari.

In merito alla nuova capacità installata, lo scorso anno il solare si è piazzato al primo posto con 98 GW, superando la somma di carbone (35), gas (38) e nucleare (11). A trainare è stata la Cina, che ha compiuto da sola oltre la metà dello sforzo: 86,5 miliardi di investimenti nel fotovoltaico e 53 GW installati.