Smog, livelli fuori controllo a Milano, Torino e Roma

Da giorni i valori del Pm10 sono sopra i valori consentiti. La capitale prova a correre ai ripari facendo ripartire dal 19 gennaio le domeniche ecologiche / Smog, Italia prima nell’Ue per morti da biossido azoto / Micromobilità, una soluzione contro smog ed emissioni di Co2

L'immagine di una donna con la mascherina a bordo di una moto

Continuano a rimanere stabili oltre i limiti i valori del Pm10 a Milano. A confermarlo sono le ultime rilevazioni di Arpa Lombardia, le cui centraline in città hanno registrato domenica 12 gennaio tra i 58 (al Verziere) e 71 (viale Marche) microgrammi per metro cubo, dunque parecchio oltre la soglia massima fissata a 50. Superamenti della soglia del particolato sono stati registrati anche Pioltello-Limito (62), Magenta (64) e Monza-Machiavelli (53).

Non va meglio a Torino, dove le emissioni sono oltre i limiti consentiti addirittura da 18 giorni. Nel capoluogo piemontese le colonnine dell’Arpa rimangono fisse su livelli intorno a 80 microgrammi di Pm10 per metrocubo d’aria.

A Bologna e nella Bassa Romagna negli ultimi tre giorni i livelli di polveri sottili pm10 hanno sforato la soglia limite di 50 microgrammi per metro cubo in Emilia. Dal 14 al 16 gennaio nelle province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Ferrara e Ravenna saranno in vigore alcune misure emergenziali con lo stop ai veicoli diesel Euro 4, o inferiori, dalle 8.30 alle 18.30, il divieto di uso di biomasse per il riscaldamento domestico e l’abbassamento delle temperature medie nelle abitazioni fino a 19 gradi e fino a 17 nei locali commerciali.

La situazione non accenna a migliorare neanche a Roma dove ieri, per il sesto giorno consecutivo, i livelli di concentrazione delle polveri sottili sono stati superiori alla norma, nonostante sia calato il numero delle centraline con rilevazioni sopra i livelli di guardia. I dati di Arpa Lazio hanno segnalato uno sforamento in 4 centraline su 13 del valore massimo tollerato di Pm10 nell’aria, fissato alla quota di 50 microgrammi per metro cubo per evitare possibili rischi per la salute. Le zone più critiche sono risultate essere Preneste (56), Magna Grecia (55), Cinecitta’ (62) e Tiburtina (68).

Per domani, martedì 14 gennaio, il Campidoglio ha deciso di bloccare la circolazione dei veicoli diesel, compresi gli Euro 6. Nella ztl “Fascia Verde” non si potrà circolare dalle 7.30 alle 10.30 e dalle 16.30 alle 20.30. Sempre nella capitale tornano da metà gennaio le domeniche ecologiche. Il primo stop è fissato per domenica 19 gennaio con il blocco totale del traffico all’interno della fascia verde. Gli altri blocchi sono previsti il 9 febbraio, il 23 febbraio e il 29 marzo.