Smog, nel 2017 sforati i limiti di PM10 in gran parte d’Italia

A segnalarlo è il rapporto annuale del Sistema nazionale per la protezione dell'ambiente di Arpa e Ispra. Maglie nere per le regioni del Bacino Padano e per la Campania

L'immagine di una città italiana avvolta dallo smog

Nel 2017 i limiti giornalieri di PM10 sono stati sforati in gran parte del territorio italiano. Il dato emerge dal rapporto annuale del Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente (Snpa), formato dalle Arpa regionali e dall’Ispra e presentato oggi a Roma.

Le regioni che hanno trasgredito di più sono quelle del Bacino Padano (Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna) e la Campania. Seguono Friuli (Pianura, Pordenone e Provincia), Toscana (provincia di Lucca e di Pistoia), Lazio (Valle del Sacco) e Umbria (Conca Ternana). In questi casi, però, gli sforamenti sono per lo più stati limitati a specifiche aree, dove esistono localmente fonti emissive significative e condizioni meteorologiche che favoriscono l’accumulo degli inquinanti.

Nonostante il picco segnalato dalle Arpa regionali e dall’Ispra, in generale si registra comunque un calo nell’andamento delle concentrazioni del particolato PM10 nel medio periodo tra il 2008 e il 2017. 

Adidas Dame Lillard