venerdì, Ottobre 30, 2020

Smog e non solo. Le 100 (più una) notizie “verdi” del 2015

Blitz di Legambiente contro lo smog al Ministero dell'ambiente
Blitz di Legambiente contro lo smog al Ministero dell’ambiente

A Milano l’atmosfera surreale provocata dal blocco totale delle auto. Roma con le targhe alterne. Altrove, da Firenze a Napoli, limitazioni di tipo diverso che riguardano anche l’utilizzo dei riscaldamenti domestici. È l’ultima notizia dell’anno, la numero 101, a finire nel nostro annuario (scorri la Timeline 2015): l’Italia soffoca nello smog.

Tutti d’accordo, innanzitutto i sindaci, nel riconoscere che servono interventi strutturali. Ma intanto la salute dei cittadini è a rischio con lo sforamento ormai cronico della soglia del Pm10 stabilita dall’Ue (sopra i 50 microgrammi per 35 giorni l’anno). Una prima risposta arriva dal ministro Galletti che annuncia investimenti sulla mobilità sostenibile utilizzando i 35 milioni inseriti nel collegato ambientale approvato pochi giorni dalla Camera e altri 5 provenienti dalle aste di CO2.  All’orizzonte anche i 91 milioni di euro previsti dalla legge di stabilità per le ciclovie, a partire dal “Grande raccordo anulare delle biciclette” in programma nella Capitale.

Serviva però questo choc per mettere al centro dell’agenda politica (e dei media) i problemi dell’inquinamento? On line le dieci proposte antismog di Legambiente per spiegare che una città diversa è possibile. E per sperare che nel 2016 le cose cambino. Buon anno!

Marco Fratoddi
Marco Fratoddi ha diretto La Nuova Ecologia dall'aprile 2005 all'ottobre 2016. Contatti: marco.fratoddi@tiscali.it. 3357417705

Articoli correlati

Plastiche biodegradabili e compostabili, approvata nuova misura in Senato

Sostituiranno la plastica per i contenitori monouso che entrano in contatto con gli alimenti. Soddisfatto il ministro dell'Ambiente Costa: "Una misura ambientale importante, maggiori...

Nel 2019 cinquanta banche hanno finanziato la perdita di biodiversità

Nel 2019 le 50 banche più potenti del pianeta hanno investito su imprese che con le loro attività stanno accelerando l'estinzione di specie animali...

Stop a oli di palma e di soia per usi energetici: arriva il Sì del Senato

Con il voto della Camera, l’Italia potrebbe essere il terzo paese europeo ad anticiparne la fine, imposta dall'Ue per il 2030

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
20,919FollowersFollow

Gli ultimi articoli

Plastiche biodegradabili e compostabili, approvata nuova misura in Senato

Sostituiranno la plastica per i contenitori monouso che entrano in contatto con gli alimenti. Soddisfatto il ministro dell'Ambiente Costa: "Una misura ambientale importante, maggiori...

Nel 2019 cinquanta banche hanno finanziato la perdita di biodiversità

Nel 2019 le 50 banche più potenti del pianeta hanno investito su imprese che con le loro attività stanno accelerando l'estinzione di specie animali...

Stop a oli di palma e di soia per usi energetici: arriva il Sì del Senato

Con il voto della Camera, l’Italia potrebbe essere il terzo paese europeo ad anticiparne la fine, imposta dall'Ue per il 2030

“Ripartiamo dall’acqua”, idee e proposte per l’Italia

Al 2° Forum sul servizio idrico integrato sostenibile Legambiente lancia 5 proposte con al centro riqualificazione, innovazione e investimenti strategici per il Sud. L'associazione: “Ecco il nostro progetto per fare del servizio idrico un pilastro del Piano nazionale di ripresa e resilienza” / GUARDA IL VIDEO DELL'INCONTRO

Vaia, due anni dopo: gli alberi schiantati diventano l’edificio in legno più alto d’Italia

Un progetto di social housing a Rovereto: 9 piani per 29 metri, costruito con il prezioso legno degli alberi caduti, grazie al lavoro di aziende certificate PEFC e aderenti alla Filiera Solidale