domenica 24 Gennaio 2021

Sion, la nuova auto nasce social

Sion 1005
Sion di SonoMotors auto elettrica tedesca

Le offerte di mobilità si fanno integrate. Se la regola vale per i mezzi pubblici (che cominciano integrare treni, bus e bici – almeno pieghevoli – a bordo), comincia a valere anche per le automobili. E’ il caso della Sion, auto proposta dalla giovane start-up bavarese Sono Motors (bavarese): un’automobile elettrica e solare, offerta alle famiglie e alle imprese per fare sharing. Infatti il software di bordo integra nativamente il car sharing (basta definire con chi e quando la si voglia condividere), il power sharing (lo scambio di energia elettrica) e il ride-sharing (la condivisione dei viaggi con Blablacar). Negli esempi che si fanno sul sito www.sonomotors.com si dimostra come un pendolare possa recuperare anche 5 mila euro all’anno condividendo auto, passaggi ed energia. La Sion è quindi a tutti gli effetti una berlina (segmento B), 5 posti, ampio bagagliaio, ma per sua natura è fatta per essere condivisa, tra famiglie, colleghi di lavoro, serve per la vacanza o per l’artigiano o il giardiniere che deve collegarci il tagliaerba o il trapano.
Le novità sono anche altre: la carrozzeria in policarbonato è letteralmente tappezzata di microfilm fotovoltaico, in grado, nelle giornate estive con l’insolazione di Monaco di Baviera, di aumentarne l’autonomia giornaliera di 30 chilometri. L’autonomia è di tutto rispetto, 250 km con una guida normale, la batteria ha una capacità di 35 kWh (la Renault Zoe arriva a 41). Spesso, come capita per i motori a combustione, i consumi sono misurati con i cicli di prova nelle officine, sono teorici e sottostimati: sul sito ufficiale viene precisato che si tratta di autonomia reale, quindi con una guida non particolarmente attenta ai consumi. Quindi, con una guida attenta, in una bella giornata di sole, persino un poco di più.
Altre particolarità uniche sono il filtro anti particolato di muschio naturale trattato, che si vede in trasparenza a fronte del posto passeggero, le prese anteriori per la ricarica e per l’alimentazione di qualsiasi altro apparecchio elettrico (strumento da giardino, e-bike o un’altra auto elettrica). Come nella norma delle autovetture moderne, freni ABS, airbag, climatizzatore, alzacristalli elettrico, 140 all’ora velocità massima.
Il prezzo? L’auto è prenotabile subito a 16.000 euro, batteria esclusa, anticipando tutta o parte della somma (minimo 500 euro). Consegna entro la fine 2019 nei pressi di Amburgo, trasporto e messa in strada esclusa (assicurazione, targa, ecc). Prova di guida? Qui un buon video dei redattori di Motorzoom.it.

Andrea Poggio
Segreteria nazionale Legambiente. socio fondatore. responsabile mobilità sostenibile e stili di vita (www.viviconstile.org). Autore di Vivi con stile (2007). Viaggiare leggeri (2008). Green Life. (2007). Twitter: ap_legambiente FB: viviconstile.org

Articoli correlati

“Il primo follower” per una rivoluzione ambientale

Un libro-manuale per ecologisti, che verrà stampato grazie a crowdfunding. Quattro livelli di azione, di crescente difficoltà, che ciascuno di noi può applicare immediatamente

Rifiuti processo Resit: Cassazione conferma 18 anni a Cipriano Chianese, inventore ecomafie

Legambiente: “Soddisfazione per la conferma delle condanne. Continueremo nostro lavoro di denuncia e impegno per la rinascita della Terra dei fuochi”

Antonio Gramsci: tra resistenza sociale e resilienza ambientale

Nel 130esimo anniversario della nascita dell'uomo politico, viaggio alla riscoperta del suo pensiero e delle sue "intuizioni" ecologiste. Per comprendere come affrontare le sfide del presente

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

“Il primo follower” per una rivoluzione ambientale

Un libro-manuale per ecologisti, che verrà stampato grazie a crowdfunding. Quattro livelli di azione, di crescente difficoltà, che ciascuno di noi può applicare immediatamente

Rifiuti processo Resit: Cassazione conferma 18 anni a Cipriano Chianese, inventore ecomafie

Legambiente: “Soddisfazione per la conferma delle condanne. Continueremo nostro lavoro di denuncia e impegno per la rinascita della Terra dei fuochi”

Antonio Gramsci: tra resistenza sociale e resilienza ambientale

Nel 130esimo anniversario della nascita dell'uomo politico, viaggio alla riscoperta del suo pensiero e delle sue "intuizioni" ecologiste. Per comprendere come affrontare le sfide del presente

Sardegna da tutelare: firmato l’accordo tra la famiglia Abbado e Legambiente

Presentato oggi il progetto il cui obiettivo è promuovere programmi di tutela dell’ambiente e di ricerca nel terreno ad Alghero di Claudio Abbado, famoso direttore d’orchestra scomparso nel 2014. Un'area protetta negli anni per i suoi valori naturalistici

Le armonie della bellezza, presentazione dell’accordo sul terreno di Claudio Abbado

Appuntamento domani, 21 gennaio, alle ore 11.00 sulle pagine Facebook di Legambiente e della Nuova Ecologia e sul sito della Nuova Ecologia