giovedì 22 Aprile 2021

Acquista

Login

Registrati

Ecco lo shopper virtuoso

La busta giusta, a difesa della legalità e dell’ambiente, è quella prodotta dalla Cooperativa Ventuno, che nasce dall’incontro e dall’impegno di Gennaro Del Prete e Massimiliano Noviello, figli di vittime della criminalità organizzata.

Federico Del Prete, padre di Gennaro e sindacalista degli ambulanti, nel 2002 aveva denunciato il racket delle buste di plastica alla fiera settimanale di Mondragone facendo arrestare un vigile urbano. L’imprenditore Domenico Noviello, padre di Massimiliano, nel 2008 era riuscito a far arrestare e condannare gli emissari del clan dei Casalesi. «Abbiamo costituito questa cooperativa – racconta Massimiliano Noviello – per reagire ai problemi dell’illegalità e dell’inquinamento. Attraverso il lavoro trasformiamo il dolore in qualcosa di costruttivo. Vogliamo anche dare l’opportunità ai familiari delle vittime di reinserirsi nel mondo del lavoro».

I prodotti CoopVentuno, dai bioshopper a quelli per l’agricoltura o agli usa e getta per la ristorazione, rispettano lo standard che garantisce in tutta Europa biodegradabilità e compostabilità degli imballaggi, oltre a consentire il loro ingresso negli impianti di riciclo organico. La cooperativa, affiliata ad Assobioplastiche, distribuisce i suoi prodotti nella rete di imprenditori della Fai – Federazione antiracket italiana. «I nostri principali clienti – spiega Noviello – sono proprio quelle realtà particolarmente sensibili alla tutela dell’ambiente e della legalità, dove il denaro dei consumatori non giunge alla criminalità organizzata».

Secondo i dati elaborati da Legambiente, a partire dall’analisi del mercato nazionale effettuata da Plastic consult per Assobioplastiche, in Campania sono prodotti circa 1,3 miliardi di shopper illegali, pari a oltre 10.000 tonnellate di sacchetti non conformi. La sede di CoopVentuno è a Castel Volturno (Ce), nella Terra dei fuochi, un territorio in cui non è facile imporsi sul mercato.

«In Campania la commercializzazione dei sacchetti illegali è spesso imposta da esponenti della criminalità organizzata. I controlli sul territorio sono scarsi e le sanzioni sono solo di carattere pecuniario. I commercianti, quindi, hanno poca consapevolezza delle conseguenze legate alla distribuzione di buste non a norma. Senza controlli – conclude Noviello – non si valorizzano le buone pratiche». Che con tenacia crescono meritevoli di sostegno e riconoscimenti. La CoopVentuno ha ricevuto nel 2015 il riconoscimento dell’Asips, l’azienda speciale della Camera di commercio di Caserta e il premio Ambiente e legalità di Libera e Legambiente “per il suo contributo prezioso per la salvaguardia del Pianeta, delle nostre risorse e per diffondere comportamenti sostenibili”.

Articoli correlati

Protetto: QualEnergia marzo/aprile 2021

CLICCA QUI PER SFOGLIARE LA RIVISTA ATTIVA UN ABBONAMENTO ACQUISTA UNA COPIA SFOGLIA I NUMERI PRECEDENTI (FREE)

QualEnergia marzo/aprile 2021

ITALIA CLIMATE NEUTRAL 2050 FOCUS SUL PIANO NAZIONALE DI RIPRESA E RESILIENZA   RISERVATA AGLI ABBONATI: CLICCARE QUI PER SFOGLIARE LA RIVISTA IN OMAGGIO PER TUTTI: CLICCARE QUI...

Proposte per una Carta della Terra delle Nazioni Unite

In occasione dell'Earth Day è una delle priorità su cui richiama l'attenzione l’Associazione “Costituente Terra”

Seguici sui nostri Social

16,935FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Proposte per una Carta della Terra delle Nazioni Unite

In occasione dell'Earth Day è una delle priorità su cui richiama l'attenzione l’Associazione “Costituente Terra”

#liberidaiveleni, la campagna di Legambiente per il risanamento ambientale

Nella giornata mondiale della Terra e alla vigilia del Consiglio dei ministri che approverà il Pnr l'associazione lancia una nuova iniziativa. E fa un appello al premier Draghi: “Non si dimentichino le vertenze ambientali croniche tuttora irrisolte"

La tutela del suolo al centro della transizione ecologica

Un appello importante lanciato oggi in occasione della Giornata mondiale della Terra. Il suolo è un importante bacino di biodiversità e fornisce una serie di servizi ecosistemici. Ecco perché è arrivato il momento che l'Unione Europea adotti una direttiva ad hoc

Servono politiche innovative di sviluppo montano

Nelle liste stilate dalle Regioni per il Pnrr non si colgono cambi di prospettiva per la montagna. Emblematico il caso del turismo. L’intervento di Vanda Bonardo

Cibo e social nella rubrica Foodhacker

Nasce la rubrica della Federico II di Napoli che studia tendenze social sul food. Con la partecipazione di 5 food influencer: Karen Phillips, Luciano Pignataro, Sonia Peronaci, Flavia Corrado (Zia Flavia foodn’boobs), Valentina Castellano
Ridimensiona font
Contrasto