martedì 11 Maggio 2021

Acquista

Login

Registrati

Il Sentiero Trilussa riconosciuto ufficialmente da RomaNatura

Per il percorso ciclo-pedonale all’interno della riserva naturale di Decima Malafede una decisione attesa da tempo, arrivata con una deliberazione del presidente Maurizio Gubbiotti

Approvato a Roma il percorso ciclo-pedonale Sentiero Trilussa all’interno della riserva naturale di Decima Malafede. Una decisione attesa da tempo, arrivata con una deliberazione del presidente di RomaNatura Maurizio Gubbiotti. Si tratta di un importante riconoscimento per i luoghi che il Sentiero attraversa e per le storie che lo hanno interessato nel corso degli anni. Ma anche per l’inestimabile pregio paesaggistico e naturalistico di questo sentiero, che si connota per la spettacolarità della vista, l’eterogeneità dei paesaggi e la biodiversità vegetale che contraddistinguono l’intero territorio della riserva naturale di Decima Malafede.

“Un riconoscimento che intende valorizzare il  patrimonio naturalistico e culturale del sentiero – ha dichiarato Gubbiotti – un percorso ciclo-pedonale di circa 3 Km di lunghezza il cui tracciato coincide con l’argine del Fosso di Malafede nella parte che va dal sottopasso della via Cristoforo Colombo fino alla via Pontina Vecchia, favorendo la tutela e il presidio dei territorio e inserendo interventi di promozione in un contesto più ampio che consideri la peculiarità del luogo e le risorse presenti, coinvolgendo l’insieme degli attori che operano sul territorio”. “Con questo atto – prosegue Gubbiotti – abbiamo voluto dare seguito all’impegno assunto con le realtà territoriali a partire dall’associazione culturale Cefalonia Forever riconoscendo fattivamente l’operato delle tante associazioni, comitati, comitati di Quartiere, cittadine e cittadini,  che con impegno e passione hanno in questi anni, promosso e curato la creazione del tracciato, fatto tante attività e ogni giorno se ne prendono generosamente cura”.

Con questo atto abbiamo voluto dare seguito all’impegno assunto con le realtà territoriali a partire dall’associazione culturale Cefalonia Forever riconoscendo fattivamente l’operato delle tante associazioni, comitati, comitati di Quartiere, cittadine e cittadini,  che con impegno e passione hanno in questi anni, promosso e curato la creazione del tracciato, fatto tante attività e ogni giorno se ne prendono generosamente cura
Maurizio Gubbiotti, presidente di RomaNatura 

Per il presidente di RomaNatura questa istituzionalizzazione intende garantire non solo conservazione e fruizione, “ma anche una mobilità dolce e un turismo sostenibile, valorizzando le risorse ambientali, turistico-culturali dell’area e inserendo interventi di promozione in un contesto più ampio che consideri la peculiarità del luogo e le risorse presenti, e coinvolgendo l’insieme degli attori che operano sul territorio”. Insomma, “un “sentiero di partecipazione – conclude Gubbiotti – che costeggiando il corso del Fosso di Malafede, forma una sorta di cerniera tra la tenuta presidenziale di Castelporziano, la riserva naturale statale del Litorale Romano e la riserva naturale di Decima Malafede, e racconta una lunga storia da conoscere e riconoscere nell’interesse collettivo, rafforzando un modello di fruizione sostenibile, incentivando l’accesso diffuso e  la valorizzazione delle risorse paesaggistiche ma anche l’uso consapevole del territorio attraverso le buone pratiche per  la rigenerazione urbana secondo i criteri di sostenibilità. Un modo anche per ricucire la città, riconnettendo quartieri attraverso corridoi ecologici e aree protette”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Biciclette o ciclabilità? Una riflessione sul “bonus bici”

Il click day, le code davanti ai negozi e il collasso della filiera produttiva della bicicletta: una facile fotografia del bonus Mobilità 2020. Tra luci e ombre pur sempre il maggiore incentivo all’acquisto di biciclette mai attivato in Italia

Inquinamento da traffico: le regioni si muovono in ordine sparso

Nuove misure straordinarie per Emilia Romagna, Piemonte e Veneto. Una risposta alla sentenza della Corte di Giustizia europea che ha condannato l'Italia per "violazione sistematica e continuata" delle norme

Clima, le ondate di calore marine devastano gli ecosistemi

La "febbre" sta affliggendo gli oceani e il cambiamento climatico la sta peggiorando. Gli scienziati studiano per prevedere quando colpiranno

Seguici sui nostri Social

16,978FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Biciclette o ciclabilità? Una riflessione sul “bonus bici”

Il click day, le code davanti ai negozi e il collasso della filiera produttiva della bicicletta: una facile fotografia del bonus Mobilità 2020. Tra luci e ombre pur sempre il maggiore incentivo all’acquisto di biciclette mai attivato in Italia

Inquinamento da traffico: le regioni si muovono in ordine sparso

Nuove misure straordinarie per Emilia Romagna, Piemonte e Veneto. Una risposta alla sentenza della Corte di Giustizia europea che ha condannato l'Italia per "violazione sistematica e continuata" delle norme

Cave, in Italia 29 milioni di metri cubi di sabbia e ghiaia estratti all’anno

Sono 4.168 le autorizzate, 14.141 le dismesse o abbandonate. L'appello di Legambiente: “Ridurre il prelievo da cave accelerando nella direzione dell’economia circolare”. Oggi alle 15 in diretta streaming la presentazione del dossier Rapporto Cave 2021

Quando le auto elettriche costeranno meno?

Il report di Bloomberg New Energy Finance e Transport & Environment mostra come passare al 100% elettrico per auto e furgoni nuovi tra il 2030 e il 2035 è fattibile in tutti i Paesi dell'UE: tutto dipende dalle scelte che farà la politica

In Sicilia, il crollo della Grotta delle piscine a Realmonte non sarà l’ultimo

Il dissesto idrogeologico rientra in fenomeni naturali che interessano certe tipologie di coste. Legambiente Sicilia: "In un immediato futuro, in particolare per l’innalzamento del livello marino avremo sempre di più a che fare con questi eventi"
Ridimensiona font
Contrasto