Sempre più caldo, 38 °C in Siberia

La temperatura record, circa il doppio della media stagionale, rilevata nel villaggio di Verkhoyansk nella Repubblica russa di Sakha / Caldo record a maggio in Siberia, 25 gradi sopra al circolo polare articoLa Siberia continua a bruciare

Continua il caldo anomalo in Siberia. Sabato scorso, 20 giugno, il villaggio di Verkhoyansk nella Repubblica russa di Sakha, ha registrato la temperatura record di 38 °C, mai rilevata prima, circa il doppio della media stagionale di 20 °C. Poco più di mille abitanti, il paese si trova a 4.600 km a nord-est di Mosca, oltre il Circolo polare artico, ed è abituato a temperature estreme. Nel 1892 la stagione invernale aveva fatto registrare un record di -67,8 °C mentre nel 1988 il caldo aveva toccato i 37,3 °C. 

Quello appena trascorso è stato il periodo inverno – primavera più caldo dall’inizio dei rilevamenti in Siberia (avevamo già parlato qui dei 25 °C di maggio), fattore che ha scatenato incendi boschivi molto violenti ed estesi i cui gravi danni si aggiungono a quelli  provocati nel 2019. Il riscaldamento globale sta accelerando e la regione artica sta subendo conseguenze devastanti. Secondo le previsioni degli esperti, anche l’estate avrà picchi di temperature da record.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

SOSTIENI IL MENSILE