Seif 2019, concluso a Marciana Marina il festival dedicato al mare

Positivo il bilancio della seconda edizione della manifestazione organizzata da Acqua dell’Elba anche con il contributo di Legambiente. Tra gli obiettivi raggiunti la firma del Protocollo Pelagos Plastic Free da parte dei Comuni di Portoferraio e Marciana

Immagine dell'Isola d'Elba

Bilancio positivo per la seconda edizione di SEIF – Sea Essence International festival, la manifestazione svoltasi a Marciana Marina dal 28 al 30 giugno. La tre giorni di eventi, organizzata da Acqua dell’Elba e patrocinata da Regione Toscana e Comune di Marciana Marina, ha visto il pieno e diretto coinvolgimento, in qualità di co-organizzatori, di Legambiente, Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, Università IULM e Accademia di Belle Arti di Brera relatori. 

Tante le attività organizzate nel corso del festival: la pulizia delle spiagge a cura di Vele Spiegate, le passeggiate sui sentieri e le attività per i bambini a cura di Legambiente Arcipelago, le mostre artistiche interattive ed esperienziali a cura dell’Accademia di Belle Arti di Brera.

Portoferraio e Marciana firmano il Protocollo Pelagos Plastic Free

Tanti anche i risultati raggiunti, a cominciare dalla firma del Protocollo Pelagos Plastic Free da parte dei due nuovi sindaci di Portoferraio e Marciana, Angelo Zini e Simone Barbi, che di fatto portano l’isola d’Elba a un passo dal diventare la più grande isola del Mediterraneo impegnata nella lotta alla plastica. 

Il patto per le aree marine protette

Durante il festival è stato inoltre posto l’accento sulle aree marine protette con il raggiungimento di un accordo per la costruzione di una rete di strategie condivise tra forze dell’Ordine, enti, istituzioni e associazioni per tutelare zone sempre più vaste di mare e di ecosistemi fragili e troppo spesso a rischio.

Le altre iniziative

Nel corso della manifestazione inoltre sono state presentate due pubblicazioni: ‘Racconti di mare’, realizzata in collaborazione l’Università IULM e con il prezioso contributo di 13 autori, e ‘Alfabeto del mare’ di Giada Tofanari, un libretto illustrativo educativo dedicato ai bambini pensato per far conoscere, apprezzare e rispettare la bellezza del mare anche ai più piccoli.

La seconda edizione di Seif ha confermato inoltre la collaborazione già in essere con due prestigiose università italiane: Università IULM di Milano che ha curato la prima serata presentando un cortometraggio ‘Ondetempo’ realizzato dagli studenti dell’Università coordinati dal professor Mauro ferraresi e dal Rettore Gianni Canova; e con Accademia di Belle Arti di Brera che ha ideato la mostra ‘Sometimes Art fails Everywhere’ allestita a Marciana Marina per tutta la durata della manifestazione.

Le altre serate di SEIF 2019 hanno visto, nella seconda serata gli inediti video e le scoperte emozionanti raccontate da Giovanni Chimienti, Explorer di National Geographic; mentre nella terza e conclusiva serata invece è stata protagonista la grande musica di Nick the Nightfly.

I commenti

Fabio Murzi, presidente di Acqua dell’Elba, ha dichiarato con grande soddisfazione in vista dell’edizione Seif 2020: “La nostra speranza è che questa iniziativa possa essere sempre più partecipata e coinvolgere sempre più persone, elbani e turisti, oltre che enti ed istituzioni. Il bilancio per questa seconda edizione quindi è assolutamente positivo, sia per Acqua dell’Elba che per i nostri partner. Da una parte per i risultati raggiunti. Dall’altra, per le potenzialità che il territorio offre. Sta a noi continuare a lavorare per metterle a frutto e andare, sempre più, verso la tutela del nostro mare”.

Per Umberto Mazzantini, responsabile isole minori di Legambiente e responsabile mare di Legambiente Toscana, per il quale ”la seconda edizione di Seif 2019 sembra aver dimostrato che questo festival ha davvero un potenziale e un grande futuro”.

Soddisfatto anche Giampiero Sammuri, presidente del PNAT: “Il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano ringrazia gli organizzatori del Sea Essence International Festival per aver coinvolto associazioni, cittadini e istituzioni in un mix di divulgazione e convivialità sul tema della bellezza del mare, sulla necessità di tutelare la sua biodiversità e di educare alla riduzione dell’uso della plastica. Temi che devono essere al centro dell’impegno quotidiano di tutti noi”.