Sblocca cantieri: “davvero pochi pregi”

A parlare così è Raffaele Cantone il presidente dell’Anac. “Faremo uno studio al riguardo” / LA NOSTRA INCHIESTA

Un'immagine di un cantiere aperto

“Il Decreto sblocca cantieri introduce una serie di novità: come autorità faremo uno studio che pubblicheremo sul sito in cui evidenzieremo gli aspetti positivi, davvero pochi, e tanti aspetti negativi che hanno a che vedere con il sistema della qualità degli appalti”. Lo ha detto il presidente dell’Anac Raffaele Cantone alla giornata nazionale di incontro coi responsabili prevenzione. “La logica di ‘fare’ piuttosto che ‘fare bene’ è una logica che abbiamo già vissuto con risultati che purtroppo è sotto gli occhi di tutti – ha aggiunto- e se la logica è quella di sbloccare solo gli appalti al di sotto dei 200 mila euro che non si sono mai bloccati nel nostro Paese qualche domanda bisogna anche porsela”. In apertura aveva detto: “Oggi più che mai, come dimostrano anche recenti episodi di cronaca, si rende evidente quanto sia importante applicare la legislazione anticorruzione all’interno della pubblica amministrazione per prevenire la commissione dei reati: i meccanismi di prevenzione sono un antidoto”.