venerdì 22 Ottobre 2021

Acquista

Login

Registrati

Sanità, economia e Green deal: dibattito dopo il G7

Spunti di riflessione e buone prassi da cui ripartire dopo la crisi, per favorire il rilancio dell’economia. Tra i temi affrontati: sanità, telemedicina, politiche ambientali
Sanità, economia e Green Deal. Questo il titolo del meeting, alla sua seconda edizione, che ha offerto spunti di riflessione e buone prassi da cui ripartire dopo la crisi, per favorire il rilancio dell’economica. Tra i temi affrontati dagli illustri relatori: sanità, telemedicina, politiche ambientali, transizione climatica, economia, recovery plan, PNRR, G7, imprese ed effetti positivi psicologici post covid.
Il dibattito è stato introdotto e moderato dall’Avv. Beatrice Lipari, che ha focalizzato l’attenzione e offerto interessanti spunti di riflessioni sulle buone prassi da cui ripartire dopo la crisi, il rilancio economico e una approfondita analisi della azione riformatrice avviata nell’ambito dell’Unione europea.
“Il PNRR italiano, il più importante di tutto il progetto europeo di Next Generation EU, destina secondo la valutazione dei tecnici di Bruxelles, il 37% della spesa totale a sostegno degli obiettivi climatici e il 25% alla transizione digitale, investimenti mirati per migliorare l’ambito sanitario, per finanziare un programma di ristrutturazione e per aumentare l’efficienza energetica degli edifici, per promuovere l’uso di fonti energetiche rinnovabili, tra cui l’idrogeno, interventi per ridurre le emissioni di gas serra dei trasporti, digitalizzazione della P.A. e Istruzione.
L’U.E. dovrà prepararsi ad affrontare su tutti i piani “la grande sfida” e per questo risulta indispensabile creare un clima di collaborazione e di responsabilità istituzionale, puntando a spendere i fondi in maniera efficiente, efficace e con onestà.
Secondo le proiezioni della Commissione Europea, nel 2021 e nel 2022 l’Italia crescerà rispettivamente del 4,2% e del 4,4% come il resto dei Paesi dell’U.E”.
Il Prof. Giovanni Scambia, Direttore scientifico del Policlinico Agostino Gemelli, Università Cattolica del Sacro cuore, Direttore Unità operativa complessa ginecologia onocologica,  impegnato sempre in prima linea e figura di rilievo per le sue competenze, ha ribadito l’andamento positivo delle previsioni sul piano economico, ma permangono i rischi della situazione epidemiologica, che sebbene in forte miglioramento, il pericolo delle varianti rallenta il programma di riapertura e frena consumi e investimenti ed ha puntato l’attenzione sull’importanza della telemedicina per offrire un servizio ai pazienti elevato e di qualità, muoversi tempestivamente per la messa a punto di piani pandemici influenzali ed in prospettiva per la risposta ad altri patogeni capaci di causa epidemie/pandemie, rimarcando la necessità di utilizzare i fondi europei con onestà per rilanciare e migliorare le strutture sanitarie.
“È il momento giusto per ripartire, crescere e non tornare come prima, ma fare un salto di qualità grazie al PNRR e all’impegno concreto delle Istituzioni”.
Dopo Sanità,  l’intervento del Dott Giorgio Zampetti, da anni punto di riferimento di spicco e Dirigente generale di Legambiente, ha colto i punti nevralgici della transizione ecologica per raggiungere la neutralità climatica entro il 2050 e come l’Italia dovrà avviare i migliori programmi in linea con il Green Deal, lotta all’inquinamento e politiche ambientali come politiche di  prevenzione  per la salute “ l’ambiente continuerà ad essere al centro del dibattito pubblico, soprattutto a seguito del G7 di Glasgow. Il vertice in Cornovaglia ha visto un susseguirsi di annunci ed impegni a lungo lungo termine”.
Il Dott Alfredo Ferrante, Dirigente dello Stato, dall’alto della sua esperienza professionale ha approfondito il secondo tema importante del PNRR, la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione e delle Aziende ed
i benefici prodotti dal  lavoro agile, evidenziando il passaggio dalla prestazione legata alla presenza in Ufficio a quella basata sulla performance, i nuovi diritti e doveri degli smart workers “Bisogna regolamentare lo Smart working, occuparci della tutela della salute, il diritto alla disconnessione, buoni pasto, uso della strumentazione digitale e sviluppo delle soft skill per attuare il giusto cambiamento, una maggiore flessibilità, raggiungimento di obiettivi, benessere del lavoratore equivale ad una migliore qualità della vita e maggiore produttività per il Paese”.
Il Prof Dario Musolino, esperto di economia regionale, docente all’Università Bocconi di Milano, ha proseguito approfondendo il nodo cruciale del divario Nord-Sud e la necessità di interventi diretti per la coesione territoriale “ Servono politiche e impegni concreti a rilanciare il mezzogiorno, il PNRR è la nostra grande occasione per far ripartire l’Italia, fino ad oggi abbiamo assistito a tanti annunci ma non ci sono stati notevoli azioni che potessero realmente favorire le regioni meridionali, fonte di ricchezza e serve la giusta attenzione anche per l’occupazione giovanile per garantire un futuro migliore alle generazioni future, senza dover obbligatoriamente trasferirsi per realizzarsi professionalmente”.
In collegamento da Parigi, il Dott. Raffaele Trapasso, economista dell’OCSE, ha dimostrato ottimismo e fiducia nel Piano di rilancio, ha dato la sua preziosa chiave di lettura sulle opportunità per l’Italia, evidenziando il ruolo centrale delle Piccole Imprese e delle Università e fornendo valutazioni generali sulla ripresa che vedono “l’Italia è pronta a ripartire ed a attuare finalmente un programma concreto partendo dalla formazione dei giovani e dalle imprese che muovono l’economia. I fondi europei, ben spesi, possono offrirci scenari di crescita e sviluppo, un’occasione irripetibile”.
Arrivati alla conclusione del dibattito, la Dott.ssa Daniela Chieffo, dirigente sanitario, neuropsicologa e psicoterapeuta del Policlinico Gemelli ha fotografato chiaramente la situazione attuale dal punto di vista Psicologico e la voglia di un Paese che si sta gradatamente riaprendo alla Società, che ritrova il suo equilibrio, un senso di libertà ritrovato, il lockdown e l’isolamento hanno creato una profonda sofferenza nei mesi scorsi, una crisi che ha messo a dura prova
Le famiglie e i vari disagi della Dad ed i mezzi insufficienti per fronteggiare adeguatamente la pandemia “ Stiamo vivendo un periodo di detersione dello stato psichico, superato il forte stress, è il momento di ritrovare le forze, gli stimoli ed aiutare i più fragili a vivere la normalità che oggi sembra
Eccezionale, dobbiamo assistere ad un cambiamento radicale, non pensare più cosa abbiamo vissuto, ma cosa abbiamo imparato, l’importanza di essere una Comunità attenta al prossimo”.
Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Cop26, fuga di documenti rivela che alcuni Stati cercano di alterare il rapporto Ipcc

Sotto accusa Giappone, Australia e Arabia Saudita, ma anche Brasile e Argentina. Secondo quanto scoperto da Greenpeace Uk, pubblicato dalla Bbc, alcuni Paesi stanno tentando di migliorare il Rapporto Ipcc per negare la necessità di interventi drastici contro il cambiamento climatico

Mobilità, l’88% degli italiani usa mezzi privati, cala il trasporto pubblico, riprende la sharing mobility

Il primo sondaggio di Ipsos per l'Osservatorio sugli stili di mobilità in Italiai. Le proposte di Legambiente al Ministro Giovannini: "città 15 minuti, trasporto pubblico elettrico, abbonamenti integrati a Tpl e sharing mobility"

Borghi d’Italia, presentato in Senato un protocollo per valorizzare turismo e cultura

I principali obiettivi sono progetti di sviluppo sostenibile, coinvolgimento delle comunità e nuovi posti di lavoro. Tra le associazioni firmatarie anche Legambiente: "I territori siano centrali nella transizione ecologica e digitale e non restino al margine della scommessa del Pnrr"

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Borghi d’Italia, presentato in Senato un protocollo per valorizzare turismo e cultura

I principali obiettivi sono progetti di sviluppo sostenibile, coinvolgimento delle comunità e nuovi posti di lavoro. Tra le associazioni firmatarie anche Legambiente: "I territori siano centrali nella transizione ecologica e digitale e non restino al margine della scommessa del Pnrr"

Stadi e impianti sportivi in Italia, il 60% costruito prima del 1980

Dal mensile - In Italia ci sono circa centomila impianti sportivi, il 60% costruito prima del 1980. Riqualificarli, evitando nuovo cemento, è la tattica vincente. Per tutti

Giochi senza impatto

Dal mensile - I testimonial green prendono campo nello sport. E con “Ecoevents” anche le grandi manifestazioni diventeranno sostenibili

#EveryTrickCounts, il calcio in campo contro i cambiamenti climatici

Al via la campagna di Uefa e Commissione europea per sensibilizzare sull'importanza di piccoli gesti quotidiani per salvare il nostro pianeta dalla crisi climatica. Testimonial dello spot Luis Figo, Delphine ed Estelle Cascarino e Gianluigi Buffon / GIOCHI SENZA IMPATTO

Riciclo, in Italia raccolte 7 milioni di tonnellate di carta nel 2020

Di queste, 5 milioni sono state utilizzate nel mercato interno e le rimanenti 2 esportate. I dati del rapporto 2021 di Unirima, l’Unione nazionale imprese recupero e riciclo maceri
Ridimensiona font
Contrasto