Smog a Roma, aumentano i morti per malattie respiratorie

Lo dicono gli open data della Regione Lazio. Nel 2017 i decessi sono stati 2.092, 234 in più rispetto al 2016

Un'immagine di Roma avvolta nello smog
 
Un sensibile aumento dei decessi legati alle malattie dell’apparato respiratorio. È quanto emerge su quanto avvenuto a Roma negli ultimi due anni dai dati consultabili sull’open data della Regione Lazio sullo stato di salute della popolazione del Lazio.  
 
“Nel 2017- spiega in una nota l’assessore della Regione Lazio alla Sanità e l’Integrazione sociosanitaria, Alessio D’Amato – i decessi per malattie riconducibili all’apparato respiratorio nella Capitale sono state 2.092, con un aumento di 234 morti rispetto alle 1.858 registrate nel 2016. Si tratta di dati che impongono una seria riflessione sulle politiche da mettere in campo nella lotta all’inquinamento”.
 
“L’open data che abbiamo messo a disposizione serve per orientare le politiche di programmazione anche delle Amministrazioni comunali e rappresenta uno strumento formidabile – ha specificato l’assessore regionale -. In appena 24 ore ha già registrato oltre 1.200 accessi”.