Discarica a Roma, il sindaco di Cerveteri contro il piano della Città metropolitana

Per Alessio Pascucci le aree individuate nella mappa sono sottoposte a vincolo: “Le nostre osservazioni non sono mai state prese in considerazione”

L'immagine di una discarica nell'area di Roma

Nuove polemiche sulla mappa dei siti per la realizzazione di una possibile discarica presentata dalla Città metropolitana di Roma. A esprimere nuovamente un parere negativo sull’individuazione dei possibili siti è stato il sindaco di Cerveteri, Alessio Pascucci.

Il primo cittadino ha spiegato che nel 2017 il Comune di Cerveteri, insieme a quello di Fiumicino, aveva presentato delle osservazioni al Comune di Roma sottolineando che le aree bianche individuate nel piano della Città metropolitana di Roma non erano idonee per una discarica

“Nella primavera del 2017 presentammo delle osservazioni a Raggi (il sindaco di Roma, ndr) che dimostravano che quelle aree sono sottoposte a vincolo, ma le nostre osservazioni non sono mai state prese in considerazione – ha spiegato Pascucci – La Città metropolitana non ci ha mai risposto, neanche per dirci che le nostre osservazioni non erano corrette, cosa che ci avrebbe permesso di fare ricorso”. “Lo trovo non solo scorretto ma anche illegittimo”, ha concluso il primo cittadino di Cerveteri.