Roma, devastato il parco dei tulipani

Inaugurato il 30 marzo in via della Giustiniana, periferia nord della Capitale. A darne comunicazione i responsabili della struttura in un amaro post sulla pagina Facebook

Devastato il Tulipark

Hanno infatti impiegato appena 48 ore per devastare il TuliPark, che era stato inaugurato il 30 marzo in via della Giustiniana, periferia nord della Capitale. A darne comunicazione i responsabili della struttura in un amaro post sulla pagina Facebook.

«Questo è quello che succede quando la gente è maleducata, dopo tanti sacrifici e lavoro (9 mesi) per realizzare TuliPark. Da domani i tulipani saranno tutti recisi. Sarà severamente vietato portare i bulbi dei tulipani a casa. Oltre 7.000 buttati tra ieri e oggi. Cosa è successo oggi? Alcuni visitatori per accaparrarsi il tulipano con il bulbo hanno buttato i fiori che venivano fuori senza bulbo, spesso venivano nuovamente trapiantati già recisi. Il tulipano, una volta tirato senza radici muore dopo alcune ore se non viene messo in acqua!». Nel biglietto di ingresso al TuliPark era compresa la possibililtà di cogliere un tulipano da portare a casa come ricordo, ma senza portare via il bulbo.

 
“Pasquetta – scrivono – è stata una giornata da sold-out piena di visitatori. Avremmo bisogno di alcune persone per vigilare un po’ il parco nei prossimi giorni e soprattutto per evitare che qualcuno possa raccogliere e buttare i tulipani senza motivo, che spieghino come tirarli rispettando alcune regole non calpestando i fiori e di non lasciarli abbandonati una volta raccolti”.