Riciclo rifiuti e imballaggi, al vaglio del governo la ricezione del pacchetto sull’economia circolare

Espletati i passaggi nelle Commissioni Ambiente di Senato e Camera, la palla passa adesso all’esecutivo. Appello di Unirima, Unione nazionale imprese recupero e riciclo maceri. “Rispettare i principi di sostenibilità e competitività sul mercato” / Economia circolare, l’Italia si conferma prima in Europa

Riciclo Carta

Espletati i passaggi nelle Commissioni Ambiente di Senato e Camera, la ricezione del pacchetto economia circolare su rifiuti e imballaggi passa ora al vaglio del governo. Il 30 luglio la Commissione Ambiente della Camera ha espresso parere favorevole sul decreto che recepisce il pacchetto economia circolare su rifiuti e imballaggi, chiarendo che le definizioni della direttiva 2018/851 sono tali solo ed esclusivamente ai fini del calcolo degli obiettivi di riciclo e non per affidarne ex-legge la privativa ai Comuni, e precisando inoltre l’aspetto della detassazione per i rifiuti prodotti da utenze non domestiche e avviati a recupero attraverso operatori privati.

Per ciò che concerne nello specifico il comparto del recupero e riciclo della carta, il parlamento ha accolto le principali istanze espresse in questi mesi delle centinaia di imprese diffuse sull’intero territorio nazionale, rappresentate da Unirima e che gestiscono oltre il 90% delle circa 6,6 milioni di tonnellate di carta da macero riciclate ogni anno ed inerenti questo fondamentale aspetto. Dunque, la palla passa adesso all’esecutivo. E un monito, in tal senso, arriva da Francesco Sicilia, direttore generale di Unirima, l’Unione Nazionale Imprese Recupero e Riciclo Maceri. “Il Governo recepisca tali proposte approvate dalla Commissioni Ambiente di Camera e Senato per dare rapida attuazione alle direttive europee su rifiuti e imballaggi del pacchetto sull’economia circolare affinché vengano rispettati i principi di sostenibilità e competitività sul mercato, dando ulteriore impulso ad un settore industriale di primaria importanza per l’intera filiera e per lo sviluppo dell’economia circolare italiana”, ha dichiarato in una nota. 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

SOSTIENI IL MENSILE