venerdì, Ottobre 23, 2020

Riciclo rifiuti e imballaggi, al vaglio del governo la ricezione del pacchetto sull’economia circolare

Espletati i passaggi nelle Commissioni Ambiente di Senato e Camera, la ricezione del pacchetto economia circolare su rifiuti e imballaggi passa ora al vaglio del governo. Il 30 luglio la Commissione Ambiente della Camera ha espresso parere favorevole sul decreto che recepisce il pacchetto economia circolare su rifiuti e imballaggi, chiarendo che le definizioni della direttiva 2018/851 sono tali solo ed esclusivamente ai fini del calcolo degli obiettivi di riciclo e non per affidarne ex-legge la privativa ai Comuni, e precisando inoltre l’aspetto della detassazione per i rifiuti prodotti da utenze non domestiche e avviati a recupero attraverso operatori privati.

Per ciò che concerne nello specifico il comparto del recupero e riciclo della carta, il parlamento ha accolto le principali istanze espresse in questi mesi delle centinaia di imprese diffuse sull’intero territorio nazionale, rappresentate da Unirima e che gestiscono oltre il 90% delle circa 6,6 milioni di tonnellate di carta da macero riciclate ogni anno ed inerenti questo fondamentale aspetto. Dunque, la palla passa adesso all’esecutivo. E un monito, in tal senso, arriva da Francesco Sicilia, direttore generale di Unirima, l’Unione Nazionale Imprese Recupero e Riciclo Maceri. “Il Governo recepisca tali proposte approvate dalla Commissioni Ambiente di Camera e Senato per dare rapida attuazione alle direttive europee su rifiuti e imballaggi del pacchetto sull’economia circolare affinché vengano rispettati i principi di sostenibilità e competitività sul mercato, dando ulteriore impulso ad un settore industriale di primaria importanza per l’intera filiera e per lo sviluppo dell’economia circolare italiana”, ha dichiarato in una nota.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Ciclo-Via Appenninica: 2 milioni di euro per la cartellonistica dell’itinerario

L'Appennino Bike Tour sarà inaugurato entro il 2021: un percorso in bici ben segnalato che unirà la Liguria alla Sicilia, valorizzando borghi, cultura e paesaggi italiani

Giappone, obiettivo emissioni zero entro il 2050

Lo annuncia il Primo Ministro Yoshihide Suga. Pressioni sulle aziende inquinanti, ora il futuro del Paese è in mano alle rinnovabili

Riforma Pac: un’ecotruffa scoraggiante firmata Ue

Il Parlamento Europeo e il Consiglio AgriFish con le loro posizioni sulla riforma della Politica Agricola Comune (PAC) hanno decretato una battuta di arresto del percorso di attuazione del Green Deal europeo.

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
20,882FollowersFollow

Gli ultimi articoli

Ciclo-Via Appenninica: 2 milioni di euro per la cartellonistica dell’itinerario

L'Appennino Bike Tour sarà inaugurato entro il 2021: un percorso in bici ben segnalato che unirà la Liguria alla Sicilia, valorizzando borghi, cultura e paesaggi italiani

Giappone, obiettivo emissioni zero entro il 2050

Lo annuncia il Primo Ministro Yoshihide Suga. Pressioni sulle aziende inquinanti, ora il futuro del Paese è in mano alle rinnovabili

Riforma Pac: un’ecotruffa scoraggiante firmata Ue

Il Parlamento Europeo e il Consiglio AgriFish con le loro posizioni sulla riforma della Politica Agricola Comune (PAC) hanno decretato una battuta di arresto del percorso di attuazione del Green Deal europeo.

Aumentano i Comuni rifiuti free, in crescita anche al Sud

Legambiente premia i Comuni Ricicloni 2020. Il Nord Est guida la graduatoria grazie a porta a porta e tariffazione puntuale, con Veneto e Trentino Alto Adige le regioni più virtuose. In risalita il Meridione, mentre resta stabile l'andamento del Centro. I risultati dell'indagine

Recovery plan, “Un investimento per il futuro dei nostri figli”

Il sottosegretario del ministero dell’Ambiente Roberto Morassut indica la direzione prevista per i fondi in arrivo dalla Commissione europea. Tra le priorità gli impianti per la rigenerazione dei rifiuti, una maggiore applicazione del Gpp e l’emanazione di nuovi decreti End of waste