Relax con il ravanello

Alimento dalle pochissime calorie, apporta una buona quantità di vitamine, calcio, fosforo e ferro

foto dirRavanelli

A cura di Barbanera

Dotato di virtù diuretiche e depurative, il ravanello (raphanus sativus) è considerato anche capace di favorire il sonno grazie al suo contenuto di zolfo e vitamina B. Alimento dalle pochissime calorie, apporta una buona quantità di vitamina B, C, calcio, fosforo e ferro.

Coltiviamolo così Coltura semplice e veloce, ben si adatta anche ai piccoli spazi, evitando per le varietà estive esposizioni troppo soleggiate. In vaso è preferibile scegliere varietà di ravanello a radice piccola e tonda che richiedono contenitori poco profondi: sono sufficienti 15 centimetri.

La semina Si effettua in luna calante, dalla primavera all’autunno, sminuzzando il terreno su cui tracciare un piccolo solco dove mettere un seme ogni 2-3 centimetri per poi compattare leggermente. Annaffiare senza eccedere. Bastano due volte a settimana per non provocare uno sviluppo eccessivo delle foglie rispetto alla radice.

Raccolta e conservazione Dopo circa 45 giorni dalla semina si può iniziare la raccolta – meglio se in luna crescente – Si estraggono dal terreno con una palettina oppure afferrando la pianta alla base delle foglie e tirando via la radice con delicatezza. Meglio consumare appena raccolte le varietà estive, mentre quelle invernali si possono conservare in cassette con sabbia oppure lasciate sul terreno ricoperte con uno spesso strato di foglie secche tenute in sede con una rete di plastica.