domenica 18 Aprile 2021

Acquista

Login

Registrati

Raccolti d’autunno

Chestnut

Fra ottobre e novembre, nella fascia altimetrica dai 200 ai 1.000 metri, è possibile raccogliere le castagne, uno dei frutti più conosciuti del bosco, a cui sono dedicate numerose sagre e feste. Il castagno europeo (Castanea sativa Miller), è stato per secoli il fulcro dell’economia di vaste aree d’Europa: i frutti, opportunamente seccati e macinati davano una farina che spesso era l’unico sostentamento per intere fasce di popolazione. Ma questo fantastico albero, originario dell’Asia e capace di arrivare ad altezze anche di 30 metri, dalle caratteristiche foglie lanceolate seghettate, dava anche tanti altri prodotti: dalla corteccia e dai ricci si estraggono tannini, utili come conservanti e concianti delle pelli o delle stoffe, i polloni giovanissimi potevano essere un alimento per le capre, mentre quelli un po’ più sviluppati erano usati per bastoni, ed intrecciandoli, gerle, panieri e cestini.

Il suo polline è molto gradito alle api e ne risulta un miele scuro e denso, dal caratteristico sapore, il legname è utilizzato per le sue caratteristiche di resistenza, elasticità e durevolezza, nella creazione di mobili, infissi e pali telefonici. La raccolta delle castagne, nei terreni pubblici è generalmente normata a livello comunale solitamente è permessa la raccolta di massimo 3 kg a persona, quando i ricci si sono aperti. Andiamo quindi a raccogliere castagne ben informati, preferibilmente con tempo asciutto per evitare di compattare il terreno bagnato e per portare a casa castagne non troppo umide che ammuffirebbero precocemente.

Purtroppo questo immenso patrimonio è sotto attacco da oltre dieci anni dal “cinipede galligeno del castagno” (Dryocosmus kuriphilus Yasumatsu ), un insetto originario della Cina che ne causa un forte deperimento.

Articoli correlati

L’orsa JJ4 resterà libera

Il Tar di Trento ha pubblicato la sentenza con cui cancella l’ordinanza della Provincia di Trento che disponeva la cattura

ADRIATICO A RISCHIO

Il webinar Come fare a recuperarlo? Verso un riserva marina nel Canale d'Otranto. A cura di Medreact e Legambiente

Transizione ecologica: è l’ora del dibattito pubblico

Occorre scommettere su trasparenza delle informazioni e qualità dei progetti. A dirlo è un Manifesto promosso da 14 associazioni tra cui Legambiente, Greenpeace, Action Aid e Cittadinanza Attiva

Seguici sui nostri Social

16,935FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Catanzaro, continua la battaglia contro la discarica di Scala Coeli

Legambiente ha presentato di nuovo il ricorso al Tar per verificare se gli ultimi interventi non rappresentino un'anticipazione dell'ampliamento. Ciafani: "Serve un cambio di rotta"

Il 29 maggio in Trentino il primo concerto climate positive

L'iniziativa si chiama TreeTicket e sarà il primo evento musicale per assistere al quale si pagherà in alberi. A Malga Costa in Val di Sella, nella cornice della foresta artistica di Arte Sella, si esibiranno il violoncellista Mario Brunello e Stefano Mancuso

Agricoltura e clima, per il frumento perdite di produttività del 20% entro il 2040

È uno dei dati che emerge dal nuovo rapporto “12 passi per la terra (e il clima)” dell’associazione Terra! Ecco le proposte per offrire una via d’uscita dalla spirale di crisi in cui il settore agricolo rischia di restare invischiato

South beach, Legambiente dice stop al consumo di suolo sulla costiera molisana

L'associazione ambientalista contraria al progetto sostenuto dalla Regione che punta a urbanizzare ed edificare un’area di circa 160 ettari a ridosso del mare

In Italia 17,5 milioni di abitazioni riscaldate con gas metano

Dal settore residenziale proviene il 53% delle emissioni di PM10, mentre dagli edifici il 18% di quelle climalteranti. I dati del nuovo studio sulla decarbonizzazione dei sistemi di riscaldamento realizzato presentato da Legambiente e Kyoto Club
Ridimensiona font
Contrasto