mercoledì 27 Gennaio 2021

Progetto ECCO, i green jobs arrivano nelle scuole

Il progetto ECCO – Economie Circolari di COmunità, punta alla diffusione della tematica
dell’economia circolare attraverso la nascita di poli (Ri-Hub) e lo fa in modo democratico e
inclusivo aumentando la consapevolezza di cittadini-consumatori, enti locali, associazioni e
scuole. Una delle azioni promosse dal progetto è il corso di formazione dedicato a insegnanti ed educatori, nel quale si affrontano varie tematiche tra cui i green jobs.

Marco Gisotti, giornalista e divulgatore esperto in tematiche ambientali e green economy,
definisce così i green jobs: “Potremmo definire lavori verdi quelle attività lavorative nel
settore agricolo, manifatturiero, amministrativo, dei servizi e nelle attività di ricerca e sviluppo che contribuiscono nell’opera di salvaguardia o ripristino della qualità ambientale. Questi includono attività che aiutano a tutelare e proteggere gli ecosistemi e la biodiversità; a ridurre il consumo di energia, risorse e acqua tramite il ricorso a strategie ad alta efficienza; a minimizzare o evitare la creazione di qualsiasi forma di spreco o inquinamento”.

Non è sempre di facile intuizione identificare questi lavori, spesso riconducibili all’installazione di pannelli fotovoltaici o alla manutenzione di pale eolica e tramite il corso di formazione i professori hanno lavorato con gli studenti per ampliare la conoscenza di queste mansioni. La classe del IV anno dell’istituto I.I.S. Enzo Ferrari di Battipaglia (SA) con indirizzo Accoglienza Turistica, è stata protagonista di un Case Study: Le strutture turistico-ristorative sostenibili, dedicato alle opportunità di lavoro nelle professioni verdi presenti nel proprio territorio.

Il loro caso, terminato a giugno di quest’anno, ha avuto come tema centrale l’Economia
Circolare nelle strutture ristorative e ricettive e la loro scelta è avvenuta previa Mappatura, metodologia che gli ha consentito di osservare, come in una fotografia, tutte le realtà
imprenditoriali, istituzionali, associative, presenti nel territorio della provincia di Salerno. L’idea progettuale parte da un Modulo PON “Il Food Cost e la sostenibilità alimentare”
finanziato nell’ambito dell’Avviso 10.2.5A-FSEPON-CA-2018-772 “Glocal Food Culture” e la
scelta è ricaduta sull’ Hotel Conca Park **** di Sorrento, primo albergo a rifiuti zero d’Italia dal 2014.

Il lavoro è avvenuto durante il periodo del lockdown e gli studenti hanno affrontato il tutto con grande stimolo, sfruttando al meglio le possibilità del web. Le interviste e la visita presso l’hotel sono avvenute da remoto e gli stessi proprietari hanno apprezzato l’entusiasmo degli alunni. La professoressa Assunta Giordano, coordinatrice di questo caso studio è stata entusiasta del percorso e della partecipazione dei suoi studenti: “È stato un lavoro partecipato attivamente dai ragazzi e i risultati dell’indagine saranno stampati e distribuiti alle altre classi per il prossimo anno”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Articoli correlati

Fusione dei ghiacci a ritmi record, dal ’94 persi 28 trilioni di tonnellate

Il primo studio effettuato con dati satellitari da un gruppo di ricerca dell'Università di Leeds conferma che il fenomeno è ormai in linea con gli scenari più preoccupanti previsti dagli esperti

Il biometano al centro della campagna Unfakenews contro le bufale ambientali

Prosegue l'impegno di Legambiente e Nuova Ecologia per fare chiarezza su temi ostacolati dall'opinione pubblica. Questo mese il biocombustibile a km0

Biometano, ecco le risposte che cerchi

È al centro della campagna Unfakenews di Legambiente e Nuova Ecologia contro le bufale ambientali. Non c'è spazio per i dubbi

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Il biometano al centro della campagna Unfakenews contro le bufale ambientali

Prosegue l'impegno di Legambiente e Nuova Ecologia per fare chiarezza su temi ostacolati dall'opinione pubblica. Questo mese il biocombustibile a km0

Biometano, ecco le risposte che cerchi

È al centro della campagna Unfakenews di Legambiente e Nuova Ecologia contro le bufale ambientali. Non c'è spazio per i dubbi

Emilia-Romagna a biogas, una regione circolare

Transizione verso le rinnovabili, ottimizzazione della differenziata e riduzione degli spandimenti fuori legge. Sono i vantaggi degli impianti a biometano

Life Delfi, cresce la rete di soccorso dei mammiferi marini in difficoltà

Nel primo anno di attività il progetto europeo ha permesso di formare e attivare i futuri rescue team che interverranno in mare o sulle coste per salvare cetacei spiaggiati o rimasti impigliati nelle reti da pesca

“Il primo follower” per una rivoluzione ambientale

Un libro-manuale per ecologisti, che verrà stampato grazie a crowdfunding. Quattro livelli di azione, di crescente difficoltà, che ciascuno di noi può applicare immediatamente