venerdì 23 Aprile 2021

Acquista

Login

Registrati

Progetto ECCO, i green jobs arrivano nelle scuole

Il progetto ECCO – Economie Circolari di COmunità, punta alla diffusione della tematica
dell’economia circolare attraverso la nascita di poli (Ri-Hub) e lo fa in modo democratico e
inclusivo aumentando la consapevolezza di cittadini-consumatori, enti locali, associazioni e
scuole. Una delle azioni promosse dal progetto è il corso di formazione dedicato a insegnanti ed educatori, nel quale si affrontano varie tematiche tra cui i green jobs.

Marco Gisotti, giornalista e divulgatore esperto in tematiche ambientali e green economy,
definisce così i green jobs: “Potremmo definire lavori verdi quelle attività lavorative nel
settore agricolo, manifatturiero, amministrativo, dei servizi e nelle attività di ricerca e sviluppo che contribuiscono nell’opera di salvaguardia o ripristino della qualità ambientale. Questi includono attività che aiutano a tutelare e proteggere gli ecosistemi e la biodiversità; a ridurre il consumo di energia, risorse e acqua tramite il ricorso a strategie ad alta efficienza; a minimizzare o evitare la creazione di qualsiasi forma di spreco o inquinamento”.

Non è sempre di facile intuizione identificare questi lavori, spesso riconducibili all’installazione di pannelli fotovoltaici o alla manutenzione di pale eolica e tramite il corso di formazione i professori hanno lavorato con gli studenti per ampliare la conoscenza di queste mansioni. La classe del IV anno dell’istituto I.I.S. Enzo Ferrari di Battipaglia (SA) con indirizzo Accoglienza Turistica, è stata protagonista di un Case Study: Le strutture turistico-ristorative sostenibili, dedicato alle opportunità di lavoro nelle professioni verdi presenti nel proprio territorio.

Il loro caso, terminato a giugno di quest’anno, ha avuto come tema centrale l’Economia
Circolare nelle strutture ristorative e ricettive e la loro scelta è avvenuta previa Mappatura, metodologia che gli ha consentito di osservare, come in una fotografia, tutte le realtà
imprenditoriali, istituzionali, associative, presenti nel territorio della provincia di Salerno. L’idea progettuale parte da un Modulo PON “Il Food Cost e la sostenibilità alimentare”
finanziato nell’ambito dell’Avviso 10.2.5A-FSEPON-CA-2018-772 “Glocal Food Culture” e la
scelta è ricaduta sull’ Hotel Conca Park **** di Sorrento, primo albergo a rifiuti zero d’Italia dal 2014.

Il lavoro è avvenuto durante il periodo del lockdown e gli studenti hanno affrontato il tutto con grande stimolo, sfruttando al meglio le possibilità del web. Le interviste e la visita presso l’hotel sono avvenute da remoto e gli stessi proprietari hanno apprezzato l’entusiasmo degli alunni. La professoressa Assunta Giordano, coordinatrice di questo caso studio è stata entusiasta del percorso e della partecipazione dei suoi studenti: “È stato un lavoro partecipato attivamente dai ragazzi e i risultati dell’indagine saranno stampati e distribuiti alle altre classi per il prossimo anno”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Articoli correlati

Dubbi e criticità sul deposito nazionale rifiuti radioattivi

Dal rischio idrogeologico all’analisi del rischio di incidente rilevante fino alla conservazione delle aree protette: sono le prime anomalie riscontrate da Legambiente. "Un'opera necessaria che si potrà realizzare solo con un processo trasparente e il dibattito pubblico" Questo deposito s'ha da fare di F. DessìLeggi il numero di Nuova Ecologia "Uscita di sicurezza"

SCEGLI L’OLIO GIUSTO

DALLE 11,00 Presentazione dell'ebook "Scegli l'olio giusto. Come eliminare l'olio di palma dal serbatoio, e non solo". Scarica su store.lanuovaecologia.it

101 Premi Nobel contro i combustibili fossili

Il Dalai Lama tra i firmatari di una lettera ai leader mondiali per chiedere un rapido passaggio alle energie rinnovabili. Per una transizione rapida e giusta

Seguici sui nostri Social

16,935FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Proposte per una Carta della Terra delle Nazioni Unite

In occasione dell'Earth Day è una delle priorità su cui richiama l'attenzione l’Associazione “Costituente Terra”

#liberidaiveleni, la campagna di Legambiente per il risanamento ambientale

Nella giornata mondiale della Terra e alla vigilia del Consiglio dei ministri che approverà il Pnr l'associazione lancia una nuova iniziativa. E fa un appello al premier Draghi: “Non si dimentichino le vertenze ambientali croniche tuttora irrisolte"

La tutela del suolo al centro della transizione ecologica

Un appello importante lanciato oggi in occasione della Giornata mondiale della Terra. Il suolo è un importante bacino di biodiversità e fornisce una serie di servizi ecosistemici. Ecco perché è arrivato il momento che l'Unione Europea adotti una direttiva ad hoc

Servono politiche innovative di sviluppo montano

Nelle liste stilate dalle Regioni per il Pnrr non si colgono cambi di prospettiva per la montagna. Emblematico il caso del turismo. L’intervento di Vanda Bonardo

Cibo e social nella rubrica Foodhacker

Nasce la rubrica della Federico II di Napoli che studia tendenze social sul food. Con la partecipazione di 5 food influencer: Karen Phillips, Luciano Pignataro, Sonia Peronaci, Flavia Corrado (Zia Flavia foodn’boobs), Valentina Castellano
Ridimensiona font
Contrasto