lunedì 21 Giugno 2021

Acquista

Login

Registrati

Progetto Ecco, un viaggio nell’economia civile di Grottammare

Comunità energetica, filiere del riuso, partecipazione attiva e coinvolgimento delle imprese. Il Distretto delle Marche è carico di iniziative

di ANGELO BUONOMO

Il comune di Grottammare, grazie alla realizzazione del progetto ECCO, si è
trasformato in un vero e proprio laboratorio di Economia civile. Nella delibera assunta
dal comune si legge la volontà di “istituire presso il Comune di Grottammare il
“Distretto dell’Economia Civile”, il cui obiettivo è quello di farsi portavoce e fautore
di questo nuovo modello di sviluppo basato sulla sostenibilità, sulla solidarietà e sulla partecipazione”.

Tre pilastri per realizzare un processo di sviluppo sostenibile, aperto e partecipato che nasce dal laboratorio di economia circolare e di inclusione sociale nato nell’ambito del progetto ECCO. Nel corso dell’attivazione del processo del Distretto dell’Economia civile di Grottammare è stata condotta una ricerca-azione attraverso il metodo del “Design potenziale dei contesti territoriali”, uno strumento utilizzato da Legambiente per leggere le fragilità e le potenzialità socio-ambientali dei territori al fine di attivare i Distretti dell’Economia civile. Grottammare è diventato così il luogo della sperimentazione del primo Distretto delle Marche.

Sulla spinta dell’impegno di alcune imprese del territorio, nell’ambito del processo del
Distretto, ha preso corpo un progetto per la costruzione di una comunità energetica.
L’idea, nata da un’impresa di Grottammare, su proposta di Legambiente, è stata poi
condivisa con altre imprese locali, l’amministrazione pubblica e le realtà associative
locali con l’obiettivo di creare una progettazione condivisa.
Lo sviluppo del Distretto passa da due direttrici definite, di cui una riguarda il lavoro di coinvolgimento delle imprese locali, attraverso l’approfondimento della ricerca-azione con la somministrazione di un questionario e dalla costituzione di un tavolo di coordinamento come previsto dalla delibera. Sulla scorta di questa sperimentazione, Legambiente Marche ha attivato un percorso con la Camera di Commercio e con l’Anci al fine di estendere questi percorsi di economia circolare e civile ad altri comuni della regione. L’attivazione delle filiere del riuso dedicate alla riparazione dei vestiti e alla legatoria, il percorso di costituzione di una comunità energetica, i processi di partecipazione civica attivi nel territorio, il lavoro di coinvolgimento delle imprese rappresentano i cardini per lo sviluppo dell’economia civile nella città di Grottammare. Un percorso vivo e concreto che sta prendendo forma nonostante le difficoltà legate alla diffusione del virus Sars Cov-2. Un vero e proprio esempio per i comuni marchigiani per attivare processi di economia circolare e civile.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Traffico illecito di rifiuti: 29 arresti in Calabria

Custodia cautelare in carcere per quindici degli indagati, domiciliari per gli altri. L'operazione diretta e coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro

Capraia, conclusa la bonifica dell’amianto

La prima fu promossa nel 2012 e sanò oltre 12 tonnellate di manufatti . Questa volta sono più di 13 quelle rimosse

La siccità rischia di essere “la prossima pandemia”

Ad affermarlo è l'Onu in un nuovo report. Almeno 1,5 miliardi di persone sono state direttamente colpite in questo secolo con un costo stimato di 124 miliardi di dollari

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Capraia, conclusa la bonifica dell’amianto

La prima fu promossa nel 2012 e sanò oltre 12 tonnellate di manufatti . Questa volta sono più di 13 quelle rimosse

“Tra le pagine del mare”, il concorso letterario che racconta le località costiere italiane

L'iniziativa è organizzata dall’Osservatorio Paesaggi Costieri Italiani di Legambiente, in collaborazione con Primiceri Editore. Saranno selezionati brevi racconti inediti, ambientati nei centri del nostro Paese affacciati sul mare

Dal 18 al 27 giugno il Decrescita Felice Bike Tour 2021

La manifestazione è alla sua sesta edizione. Un percorso di 300 km a tappe per amanti delle due ruote organizzato da Movimento per la Decrescita Felice e Altri Mondi Bike Tour

Roma, il Festival circolare alla Città dell’altra economia

Dal 16 al 18 giugno in mostra i protagonisti e le esperienze del progetto di educazione alla cittadinanza globale “Metti in circolo il cambiamento”. Spazio alle tredici idee vincitrici e alle esperienze di imprenditoria circolare

Sos tartarughe marine

Legambiente lancia un numero unico per raccogliere le segnalazioni di tracce o di piccoli di tartaruga sui litorali italiani. Un invito a mobilitarsi in modo semplice, inviando un messaggio whatsApp o un sms al 349 2100989
Ridimensiona font
Contrasto